Puligny Montrachet
Enoturismo,  Francia

Puligny Montrachet, il meglio della Borgogna

Esiste un luogo, chiamato Puligny Montrachet, in cui lo Chardonnay raggiunge la sua massima espressione. Questo piccolo villaggio ubicato in Borgogna, sulla Côte-d’Or, lungo la famosissima “Route des Grands Crus”, custodisce i Crus più blasonati di tutta la Côte de Beaune.

Se non conoscete le regioni e le sotto-regioni della Borgogna v’invito a leggere il mio articolo che approfondisce questo tema.

I vigneti di Puligny Montrachet

Lo Chardonnay è uno dei vitigni a bacca bianca più inflazionati al mondo. Il motivo è da ricercare nella sua adattabilità a vari climi, suoli e metodi di vinificazione. In base alla provenienza e al terroir questa varietà riesce a plasmarsi e a creare vini sempre diversi, che rispecchiano le caratteristiche dei produttori e del luogo in cui è coltivato.

Tuttavia, i maggiori esperti vitivinicoli ritengono che la Borgogna sia la terra in cui lo Chardonnay riesce ad esprimere al meglio le sue potenzialità, in un ambiente naturale incomparabile. Puligny Montrachet, nello specifico, è la denominazione che rappresenta lo Chardonnay di Borgogna nel mondo. Le vigne di Puligny, a circa 12 km da Beaune, presentano terreni calcarei molto chiari, ricchi di calcio. La loro esposizione è principalmente a est, con un’altitudine media di 230/320 mt.

Puligny Montrachet conta circa 300 ettari di cui solo un centinaio destinati ai 17 Premier Cru e ai 4 Grand Cru: Montrachet, uno dei vigneti più famosi al mondo, Chevalier-Montrachet, Bâtard-Montrachet e Bienvenues-Bâtard-Montrachet.

I vigneti di Puligny Montrachet
I vigneti di Puligny Montrachet

I vini di Puligny Montrachet

I preziosi Chardonnay di Puligny Montrachet hanno un colore giallo paglierino tenue, tendente al verdolino. Al naso le note principali sono quelle floreali, accompagnate da limone, pesca, burro e miele. In bocca prevale una grande complessità aromatica con una perfetta fusione d’acidità, freschezza e cremosità. Questi vini, strutturati e armoniosi, acquistano intensità con il passare degli anni.

Tra le cantine più famose segnalo Domaine Francois Carillon, Olivier Leflaive che possiede anche un hotel e un ristorante stellato – e Domaine Jean Chartron, delle cui vigne trovate qualche foto in quest’articolo. Purtroppo, durante il mio tour enoturistico in Borgogna non ho avuto la possibilità di visitare nessuna di queste aziende vinicole.

Domaine Jean Chartron
Domaine Jean Chartron

Dove mangiare

Se volete visitare il villaggio di Puligny Montrachet e approfittarne per consumare un pranzo veloce ma super tradizionale, dirigetevi al ristorante L’Estaminet Des Meix che propone piatti locali accompagnati da ottimi calici di vino.

Ristorante L'Estaminet Des Meix
Ristorante L’Estaminet Des Meix

Ora che avete scoperto dove trovare lo Chardonnay più blasonato, non vi resta che scoprire in quale villaggio della Borgogna si nasconde il Pinot Nero più buono al mondo: Gevrey Chambertin e Vosne-Romanée vi dicono qualcosa?!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *