Cosa vedere in Valtellina: le Torri di Fraele
Italia,  Lombardia

Ponti sospesi, laghi artificiali e acque termali: cosa vedere in Valtellina

Non tutte le località montane sono glamour. Tuttavia, quando mi domandano “cosa vedere in Valtellina” elenco con piacere numerosi luoghi, che spaziano da ponti sospesi e laghi artificiali ad acque termali e località sciistiche. Inoltre, la Valtellina sarà una delle location – con le blasonate Dolomiti –  che ospiterà i Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026.

Paesaggi valtellinesi: Val Tartano e Lago di Como
Paesaggi valtellinesi: la Val Tartano e il Lago di Como

La Valtellina è un’area alpina che si sviluppa sul fiume Adda, a monte del Lago di Como. L’intera valle, a nord della Lombardia, si estende tra i 200 e i 4000 mt d’altezza e offre una grande varietà di paesaggi. La Valtellina è perfetta per una vacanza all’insegna del relax e della natura ed è una metà turistica ideale per ogni stagione. Scopiamo insieme cosa vedere in quest’oasi verde nel cuore delle Alpi.

Cosa vedere in Valtellina: 8 luoghi da non perdere

1. Il ponte tibetano della Val Tartano

Il Ponte nel Cielo è un percorso lungo 234 mt e sospeso a oltre 140 mt d’altezza, che collega i due versanti della Val Tartano, superando l’omonimo torrente. La struttura è formata da 700 assi di legno. Trattasi di uno dei ponti tibetani più alti d’Europa che regalano una vista panoramica spettacolare sui monti e sul vicino Lago di Como. Lo sconsiglio a chi soffre di vertigini! Il ponte è aperto tutti i giorni e tutto l’anno e i biglietti sono acquistabili nel sito dedicato all’attrazione. Se l’adrenalina vi mette appetito, a pochi metri dal ponte, troverete un ristorante tipicoHighlander – che serve polenta, carne, pizzoccheri e taglieri di salumi.

Cosa vedere in Valtellina: il Ponte nel Cielo
Cosa vedere in Valtellina: il Ponte nel Cielo

2. I Laghi di Cancano e le Torri di Fraele

Sulla strada che collega Bormio a Livigno, nel Comune di Valdidentro, potrete noleggiare delle comode E-Bike e partire alla scoperta delle Torri di Fraele e dei Laghi di Cancano. La mia esperienza – grazie anche al team dell’agenzia e-stelvio – è stata davvero memorabile: una pedalata di 50 km tra paesaggi innevati, laghi ghiacciati e boschi di pini. Se l’E-Bike non vi convince, il giro dei laghi e delle torri può essere percorso anche tramite un’escursione a piedi o in MTB.

Cosa vedere in Valtellina: i Laghi di Cancano
Cosa vedere in Valtellina: i Laghi di Cancano

Come prima tappa del viaggio incontriamo le Torri di Fraele, fortificazioni medievali che – in passato – fungevano da protezione in caso di pericolo. Oggi sono un punto panoramico incredibile su tutta la vallata sottostante. La seconda tappa riguarda i laghi di Cancano, due bacini idrici artificiali costruiti all’inizio del 1900. Questi laghi dalle acque turchesi, con una portata idrica di 187 milioni di metri cubi d’acqua, possono essere costeggiati in quasi tutte le stagioni. Anche in questo caso, per una sosta rifocillante, suggerisco un rifugio tradizionale: il Ristoro Solena saprà regalarvi un’atmosfera rilassata e familiare.

Un giro in e-bike per la Valtellina
Un giro in e-bike per la Valtellina

Se siete degli amanti dell’E-Bike esiste un itinerario ciclopedonale di 114 km – chiamato Sentiero Valtellina – che si sviluppa tra Colico e Bormio. L’agenzia e-stelvio sarà lieta di darvi più informazioni a riguardo.

3. Le Terme di Bormio

Bormio è una località sciistica e termale dell’Alta Valtellina. Qui gli amanti del relax troveranno tre stabilimenti capaci di soddisfare ogni loro desiderio. Bormio Terme, convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale, è la location che maggiormente si adatta alle famiglie e a coloro che vogliono rilassarsi pur avendo un budget limitato.

Cosa vedere in Valtellina: gli stabilimenti termali
Cosa vedere in Valtellina: gli stabilimenti termali

QC Terme Bagni Vecchi e QC Terme Bagni Nuovi sono location più romantiche – ma anche più care – perfette per una giornata in coppia o per gruppi ristretti di amici. La prima, nonché la mia preferita, possiede un elegantissimo hotel con splendide camere con vista sul Parco Nazionale dello Stelvio. Qui troverete vasche panoramiche indoor e outdoor, sauna, bagno turco e numerose aree relax. Completano l’offerta trattamenti rigeneranti per viso e corpo e ottimi wellness lunch preparati con ingredienti freschi e genuini.

QC Terme Bagni Nuovi, Bormio
QC Terme Bagni Nuovi, Bormio

4. Sondrio e il Santuario di Santa Maria della Sassella

Sondrio è il cuore della Valtellina. La città – che conta circa 20.000 abitanti – non ha molto da offrire ma rimane una meta perfetta per tutti coloro che vogliono concedersi delle passeggiate all’aria aperta, contornate da palazzi storici e luoghi artistici. Tra le cose da vedere assolutamente:

  • Via Scarpatetti, antico quartiere popolare con tipiche case rurali.
  • Piazza Garibaldi, centro storico della città che deve il suo nome all’eroe dell’Unità d’Italia.
  • Castello Masegna, che ospita un nuovissimo museo narrativo dedicato alla cultura alpina.

Inoltre, consiglio vivamente la camminata che porta al Santuario di Santa Maria di Sassella, arroccato su una roccia in mezzo ai terrazzamenti di vigneti. Al suo interno troverete numerosi affreschi raffiguranti la vita di Maria.

Ristorante Trippi, Sondrio
Ristorante Trippi, Sondrio

Vi lascio, infine, un piccolo suggerimento su un ristorante “menzione Michelin” che merita davvero d’essere provato. Trippi si trova a pochi km dal centro di Sondrio e la sua proposta gastronomica si basa su una rivisitazione e rielaborazione di piatti tipici della cucina valtellinese, con un’attenzione quasi maniacale per le materie prime. Vi consiglio d’assaggiare il crostone di pane con uovo e verza, i pizzoccheri e il guanciale di manzo con polenta.

5. La Valmalenco

La Valmalenco è la zona della Valtellina che offre il maggior numero di rifugi e passeggiate. A lei ho dedicato un articolo che parla della stagione invernale e delle attività che si possono praticare nel comprensorio dell’Alpe Palù.

6. Morbegno e i suoi eventi

La cittadina di Morbegno è conosciuta ai più per via dei suoi numerosi eventi. Il mio preferito si chiama Morbegno in Cantina ed è una manifestazione autunnale dedicata alla degustazione di vini valtellinesi lungo le vie del centro. Sempre restando in tema gastronomico, un altro evento rappresentativo di questa città è la Mostra del Bitto, di cui Morbegno ne è la patria.

Oltre agli eventi, Morbegno è un paese vivace anche sotto il profilo culturale. Ecco cosa vedere:

  • I palazzi storici: il più importante è Palazzo Malacrida, sapientemente affrescato.
  • Chiese e fontane: le più importanti sono la Chiesa di San Pietro e quella di San Martino.
  • Il ponte di Ganda, percorso solo da biciclette e pedoni.

Se volete concedervi una piccola sosta culinaria non perdetevi l’Antica Osteria Rapella, un ristorante valtellinese che propone piatti della tradizione all’interno di una saletta riscaldata dal fuoco di un camino. Da provare assolutamente gli sciatt, i ravioli di zucca e i pizzoccheri.

Antica osteria Rapella, Morbegno
Antica Osteria Rapella, Morbegno

7. Madesimo e il suo Canalone

Madesimo è un piccolo borgo di 500 abitanti famoso per lo sci alpino, le escursioni in motoslitta e le ciaspole. Il comprensorio prevede 60 km di piste, suddivise in circuiti neri, rossi e blu. Qui troviamo anche uno dei fuoripista più belli e impegnativi di tutte le Alpi: il famoso Canalone di Madesimo.

Cosa vedere in Valtellina: Madesimo
Cosa vedere in Valtellina: Madesimo

8. Le cantine della Valtellina

Terrazzamenti e viticoltura eroica sono le parole chiave attribuite ai vini e alle cantine della Valtellina. In quest’area il Nebbiolochiamato anche Chiavennasca – raggiunge la sua massima espressione. L’altezza dei vigneti, combinata con l’energia del sole e la brezza proveniente dal Lago di Como, dona ai vitigni valtellinesi delle caratteristiche uniche al mondo. All’enoturismo ho dedicato un articolo in cui parlo di quattro cantine da visitare se amate il Rosso e lo Sforzato di Valtellina.

Cosa vedere in Valtellina: le aziende vinicole
Cosa vedere in Valtellina: le aziende vinicole

3 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.