Visitare Atene: cosa vedere in 3 giorni
Europa,  Grecia

Visitare Atene: cosa vedere in 3 giorni

State programmando un viaggio nella capitale greca? In quest’articolo vi racconto cosa vedere ad Atene se avete a disposizione “solo” 3 giorni.

Partiamo da una doverosa premessa: sono stata ad Atene più volte nel corso della mia vita e ho avuto anche un fidanzato greco per qualche mese. Tuttavia, mancavo dalla capitale ellenica da oltre dieci anni e questo ritorno, in piena pandemia e con gli strascichi dell’enorme crisi economica che ha attanagliato la Grecia nell’ultimo decennio, è stato abbastanza traumatico.

Ho trovato una città profondamente cambiata, in cui il divario tra “ricchi” e “poveri” ha raggiunto un livello paragonabile ad alcune zone del Sud America. Se vi capiterà d’allontanarvi dal centro potrete facilmente imbattervi in giovani ragazzi buttati agli angoli della strada strafatti di droga. Inoltre, purtroppo, la città presenta moltissimi episodi di microcriminalità. Io stessa – mi spiace scriverlo qui – sono stata vittima di un tentativo di furto mentre ero seduta a un ristorante.

Esiste e persiste, però, un’Atene che vuole ricordare al mondo la sua illustre storia. Una storia che l’ha resa una delle capitali dell’arte e della cultura più importanti d’Europa; una storia che la lega alla nascita dei concetti di democrazia e educazione; una narrazione che la ricorda come un fiorente centro economico e di scambio. Tutto questo è Atene.

Visitare Atene: cosa vedere in 3 giorni
Visitare Atene: cosa vedere in 3 giorni

Atene: quando andare e quanto tempo dedicarle

Atene può essere visitata in qualsiasi mese dell’anno. Per molti turisti è semplicemente una meta da cui partire alla scoperta di altre località della Grecia Continentale: Meteore, Penisola Calcidica o Penisola del Pelion, ad esempio. Gli europei la prendono d’assalto a Luglio e Agosto ma i mesi migliori per viverne e comprenderne la vera essenza vanno da Aprile a Giugno e da Settembre a Novembre, quando la città e gli ateniesi portano avanti la loro routine quotidiana. Per ammirarla in tutto il suo splendore vi serviranno almeno tre giorni. Non ci resta quindi che scoprire insieme cosa vedere ad Atene, capitale della Grecia.

Cosa vedere ad Atene: 15 luoghi turistici da non perdere

1. L’Acropoli di Atene e il Partenone

Il primo luogo turistico della città di Atene non richiede molte presentazioni. È tra i siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO più visitati di tutta Europa. Il suo monumento più famoso – il Partenone – è certamente il più fotografato di tutta la Grecia. Sto parlando dell’Acropoli e dei suoi numerosi punti d’interesse:

  • L’Eretteo e il Portico delle Cariatidi
  • Il Tempio di Atena Nike
  • Il Teatro di Dionisio
  • L’Odeon di Erode Attico

Costo del biglietto: 20 euro

Biglietto combinato: il mio consiglio è d’acquistare un biglietto combinato al costo di 30 euro che include l’accesso all’Acropoli e ad altri 5 siti storici della città: Antica Agorà, Libreria di Adriano, Tempio di Zeus Olimpico, Agorà Romana, Ceramico.

L'acropoli e il Portico delle Cariatidi
L’acropoli e il Portico delle Cariatidi

2. Il Museo dell’Acropoli

Il Museo dell’Acropoli contiene numerosi reperti storici rinvenuti all’interno del sito. Situata a 300 mt dall’Acropoli, la struttura museale in acciaio, vetro e cemento occupa una superficie di 14.000 mq e custodisce circa 4000 reperti storici. L’ultimo piano del museo vanta un meraviglioso panorama sul Partenone.

Costo del biglietto: 10 euro

3. Piazza Syntagma

Syntagma è la piazza più celebre d’Atene per via della presenza del Parlamento e del monumento del Milite Ignoto. Di fronte a quest’edificio si svolgono manifestazioni, eventi e ritrovi di ogni genere. L’attrattiva principale è il cambio della guardia, che avviene ogni ora. I soldati – vestiti con gonne, collant e scarpe bizzarre – mettono in scena un balletto sincronizzato abbastanza strambo.

Piazza Syntagma e il cambio della guardia
Piazza Syntagma e il cambio della guardia

4. Il Museo Archeologico Nazionale

Il Museo Archeologico Nazionale di Atene raccoglie migliaia d’oggetti antichi che coprono un periodo storico che va dal Neolitico all’Epoca Romana. La maggior parte di questi reperti si riferisce alla cultura greca ma troverete anche delle testimonianze dell’antico Egitto. I pezzi più importanti sono:

  • La maschera d’oro di Agamennone
  • La statua di Zeus
  • La statua di Atena Varvakeion

Costo del biglietto: 12 euro

5. Via Ermou

Via Ermou è una delle strade più famose e commerciali di tutta Atene. Qui troverete brand noti al grande pubblico come H&M, Zara, Stradivarius, etc.. Inoltre, camminando e facendovi largo tra la folla, incrocerete sicuramente la chiesa bizantina di Panagia Kapnikarea.

Via Ermou, Chiesa di Panagia Kapnikarea
Via Ermou, Chiesa di Panagia Kapnikarea

6. L’Antica Agorà

L’Agorà era la piazza principale dell’antica Atene: centro culturale, politico e sociale della città. Oggi ne sono sopravvissuti solo alcuni resti. L’unica costruzione rimasta “in piedi” è il Tempio di Efesti, edificato nel 449 a.C.

La visita dell’Antica Agorà è inclusa nel biglietto combinato da 30€.

7. Il quartiere di Monastiraki

Monastiraki è la piazza più suggestiva e fotografata d’Atene. Da qui potrete godere di uno scorcio panoramico sull’Acropoli. L’attrazione principale della piazza è una chiesa bizantina del X secolo. Il quartiere di Monastiraki assomiglia a un souk marocchino. Le bancarelle vendono souvenir, oggetti d’antiquariato, vestiti, vecchi vinili e gioielli. La domenica, inoltre, viene allestito un mercato delle pulci molto amato dagli ateniesi.

Piazza Monastiraki
Piazza Monastiraki

8. Il quartiere di Plaka

Nella lista di “cosa vedere” ad Atene non può mancare un giretto nel quartiere di Plaka, il più antico della città. Ubicato ai piedi dell’Acropoli, Plaka è un groviglio di vicoli e costruzioni bizantine intervallate da piccoli cortili e giardini. Qui troverete ristorantini turistici, negozi di souvenir e qualche locale frequentato da giovani ateniesi. Mentre passeggiate cercate via Stratanos e dirigetevi verso il quartiere di Anaflotika che, con le sue case bianche, vi farà sentire come su un’isola greca. Infine, per gli appassionati di musica, a Plaka è presente un Museo degli Strumenti Musicali.

9. Monte Licabetto

Molti ristoranti, bar e attrazioni turistiche di Atene si vantano di avere “la migliore vista” della città sull’Acropoli. Tuttavia l’unico punto panoramico che può sostenere questo primato è il Monte Licabetto. Collocato 272 mt sopra il livello del mare, questo monte – che in realtà è una collina – regala un panorama a 360° su tutta la città e, ovviamente, anche sul Partenone. Per raggiungerlo vi basterà prendere la funicolare che parte da Kolonaki, poco distante da piazza Syntagma. In cima troverete anche la Cappella ortodossa di San Giorgio e un paio di punti ristoro.

Monte Licabetto
Monte Licabetto

10. L’Agorà Romana

L’Agorà Romana, conosciuta anche come Foro Romano, è un sito storico edificato tra il 19 e l’11 a.C. da Augusto e Giulio Cesare. All’epoca ospitava uno spazio di 100 mq ed era dedicato alle attività commerciali. Oggi ciò che ne rimane sono:

  • La Porta di Atena Arquegetis, con le sue colonne doriche
  • La Torre dei Venti, utilizzata come orologio solare
  • La Moschea di Fethiye
  • Le latrine pubbliche

La visita dell’Agorà Romana è inclusa nel biglietto combinato da 30€.

11. Lo Stadio Panathinaiko

Lo Stadio Panathinaiko fu costruito nel IV secolo a.C. per ospitare gli Antichi Giochi Panatenici, un evento sportivo simile alle attuali Olimpiadi. In questo luogo si svolgevano gare di atletica, lotta e sollevamento pesi. In epoca romana, invece, al suo interno furono organizzati combattimenti tra gladiatori. Originariamente questa struttura fu interamente edificata in legno ma, alcuni secoli dopo, fu ricostruita in marmo bianco e – nel XIX secolo – ospitò la prima edizione dei Giochi Olimpici Moderni. Oggi è possibile visitare l’interno dello stadio.

Costo del biglietto: 7 euro

Stadio Panathinaiko
Stadio Panathinaiko

12. Il Museo Benaki

Il Museo Benaki ospita reperti e opere d’arte che coprono un arco temporale compreso tra il Neolitico e i primi anni del Novecento. L’edificio apparteneva ad Antonis Benaki, un collezionista appassionato d’arte e cultura ellenica. Al suo interno troverete armi, manufatti, gioielli, vasellame e mosaici. Oltre agli spazi dedicati alla cultura, il Museo Benaki ospita anche un bel ristorante.

Costo del biglietto: 12 euro

13. La fondazione Basil & Elise Goulandris

Inaugurato il 2 ottobre 2019, questo spazio museale d’arte moderna e contemporanea appartiene all’armatore greco Basil Goulandris e alla moglie Elise, entrambi scomparsi. La meravigliosa collezione della fondazione annovera opere di Van Gogh, Monet, Degas, Rodin, Picasso, Mirò e Cézanne. Il museo è sviluppato su 6 piani per una superficie totale pari a circa 7250 mq.

Costo del biglietto: 12 euro

Alcune opere della fondazione Basil & Elise Goulandris
Alcune opere della fondazione Basil & Elise Goulandris

14. La biblioteca di Adriano

La biblioteca di Adriano si trova in pieno centro storico, a pochi passi dall’Agorà Romana. In passato era un luogo di cultura e apprendimento in cui oratori e scrittori esercitavano la loro professione. Oggi quel che ne resta sono perlopiù macerie: colonne corinzie, portici e piccole incisioni. Visitatela solo se deciderete di acquistare il biglietto combinato. In alternativa andrà benissimo vederla dall’esterno.

La visita dell’Agorà Romana è inclusa nel biglietto combinato da 30€.

I resti della Biblioteca di Adriano
I resti della Biblioteca di Adriano

15. La Street Art

Quando vi chiederete “cosa vedere” ad Atene ricordatevi che questa città non annovera solo templi e reperti storici. La capitale ellenica nasconde anche molte opere di street art, nate soprattutto come strumento di protesta contro le scelte del governo. I quartieri in cui scovare i più bei graffiti della città sono Psiri e Exarcia: il primo è molto centrale, nella zona trendy di Atene; il secondo è più periferico, nella zona anarchica di Atene.

Atene e la Street Art
Atene e la Street Art

Termina qui il nostro viaggio nella capitale ellenica. Adesso che sapete cosa vedere ad Atene non vi resta che scoprirne i migliori ristoranti, hotel e locali notturni.

One Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.