Cosa vedere a Milazzo: il Castello di Federico II
Italia,  Sicilia

Cosa vedere a Milazzo: la mia top 5 su hotel, ristoranti, spiagge e luoghi turistici

La città di Milazzo è considerata da molti come un passaggio veloce e obbligato verso le Isole Eolie. Niente di più sbagliato! Questo paese è molto, molto, molto di più. Nel mio articolo vi parlerò di cosa fare e vedere a Milazzo, proponendovi una lista di 5 hotel, ristoranti, spiagge e luoghi turistici.

Iniziamo però con un po’ di geografia. Se consideriamo il numero dei suoi abitanti – circa 31.000 – Milazzo è il terzo comune per popolazione della provincia siciliana di Messina. A molti piace chiamarla “borgo” ma in realtà è una vera e propria cittadina che ha un’estensione di circa 24 km quadrati.

Milazzo sorge su una penisola delimitata a levante dal Golfo di Milazzo e a ponente dal Golfo di Patti. Una delle zone più interessanti è l’area marina protetta di “Capo Milazzo” che si affaccia, tra le altre cose, sulle meravigliose Isole Eolie. Milazzo salvaguarda gelosamente un patrimonio storico, artistico e naturalistico in grado di competere con tutte le principali città siciliane. Qui sono state combattute importanti battaglie e sono custodite antiche leggende.

Il panorama da Capo Milazzo
Il panorama da Capo Milazzo

Dal porto di Milazzo partono circa l’80% delle imbarcazioni dirette alle Isole Eolie ed è per questo motivo che molti turisti si fermano a dormire in città almeno per una notte. L’obiettivo di quest’articolo è convincervi a considerare Milazzo non più come una città di passaggio ma come una meta turistica a se stante che meriti almeno due o tre giorni del vostro preziosissimo tempo.

Quando andare

Milazzo mostra il suo massimo fascino dalla fine della stagione primaverile alle prime settimane di quella autunnale. Qui l’estate può arrivare a durare anche cinque mesi. Il clima non è quasi mai afoso o umido e questo la rende una zona piacevole per tutte le età. Inoltre, nei mesi che vanno da Maggio a Settembre Milazzo si popola di vacanzieri e studenti, aumentando esponenzialmente le occasioni di ritrovo e condivisione.

Come arrivare a Milazzo

Il modo più semplice per raggiungere Milazzo è quello di atterrare all’aeroporto di Catania e prendere un bus della linea Giuntabus fino al porto della città. Vi raccomando sempre di guardare gli orari sul sito o chiamare perché potrebbero esserci corse straordinarie ma anche cancellazioni. Altre due valide opzioni sono di affidarsi a servizi di trasferimento privati o di noleggiare una macchina. Quest’ultima soluzione è forse la più consigliata perché, una volta giunti a Milazzo, sarà impossibile spostarvi senza un mezzo proprio. La città ha anche una stazione dei treni ma purtroppo la rete ferroviaria della regione Sicilia lascia davvero a desiderare. Utilizzatela solo in assenza di alternative.

Atterraggio all'aeroporto di Catania
Atterraggio all’aeroporto di Catania

I 5 luoghi turistici di Milazzo

In questo capitolo vi racconterò cosa vedere a Milazzo. La doverosa premessa che vorrei farvi è che io conosco e frequento questa città ormai da anni. La potrei definire una delle mie “tante” case nel mondo. Questo grazie ad alcuni amici che probabilmente vedrete ritratti con me in qualche foto.

1 – Il Lungomare

Il punto di partenza di ogni itinerario milazzese è sicuramente il suo lungomare che, partendo dal porto, arriva fino all’antico villaggio di Vaccarella. Lungo la passeggiata Marina Garibaldi incontrerete, nell’ordine, Palazzo del Comune, Statua della Libertà e Palazzo d’Amico. La vostra camminata s’interromperà quando arriverete nella zona dedicata al piccolo porticciolo riservato alle barche dei pescatori. Qui, se lo vorrete, potrete anche fermarvi a mangiare una granita con panna al Bar Washington.

Cosa vedere a Milazzo: il Lungomare
Cosa vedere a Milazzo: il Lungomare

2 – Il Duomo Nuovo

Prima di spostarvi nella zona fortificata della città fermatevi a vedere il Duomo Nuovo, dedicato al patrono Santo Stefano. All’interno della chiesa troverete sculture e dipinti del XV secolo.

3 – Il Borgo

La città fortificata è la zona più caratteristica e simbolica di Milazzo. Il mio consiglio è di prendervi del tempo per camminare nei suoi vicoli e ammirarne la bellezza. I luoghi da non perdere sono il Duomo Antico di Santa Maria Assunta, il Santuario di San Francesco da Paola, il Palazzo dei Vicerè, la Chiesa del Rosario e – se amate il genere – il Museo Etnoantropologico e Naturalistico Domenico Ryolo.

4 – Il Castello di Federico II

Il monumento più importante di Milazzo è certamente il Castello di Federico II, conosciuto anche come Cittadella Fortificata di Milazzo. Con la sua superficie di circa 7 ettari questo complesso è il più grande della regione Sicilia e uno dei più imponenti di tutta Europa. Il castello si erge su uno sperone roccioso, circondato dal mare su entrambi i lati. Una volta che avrete oltrepassato le mura spagnole, al suo interno, troverete segni di tantissime culture diverse. In questa cittadella passarono – in ordine sparso – greci, romani, bizantini e arabi. Una visita è d’obbligo, anche solo per il panorama a 360° sulla penisola di Milazzo e sulle Isole Eolie.

Cosa vedere a Milazzo: il Castello di Federico II
Cosa vedere a Milazzo: il Castello di Federico II

5 – Il Capo

Il Capo è la punta più estrema della penisola di Milazzo. Una leggenda narra che qui Ulisse incontrò Polifemo. Vi si giunge percorrendo una strada in salita abbastanza stretta e tortuosa. Il punto d’arrivo è segnalato dal bar Il Faro. Il mio consiglio è quello di parcheggiare qui la vostra auto, bere un caffè, scattare qualche foto al paesaggio e partire alla scoperta della zona. Il primo punto d’interesse si raggiunge scendendo una scalinata di colore rosa che vi porterà al Santuario di Sant’Antonio, anch’esso con le pareti rosa. Questo è il punto più panoramico della città. Il santuario è scavato nella roccia e risale al 1221, anno in cui si narra che Sant’Antonio abbia trovato rifugio durante una tempesta. Il secondo punto d’interesse è il Faro di Capo Milazzo, raggiungibile percorrendo un sentiero in salita. Da qui si possono ammirare tramonti indimenticabili. Il terzo è ultimo punto d’interesse è la Piscina di Venere ma ve ne parlerò nel capitolo dedicato alle spiagge.

Cosa vedere a Milazzo: il Santuario di Sant'Antonio
Cosa vedere a Milazzo: il Santuario di Sant’Antonio

La 5 spiagge di Milazzo

1 – Spiaggia di Ponente

La Riviera di Ponente è sicuramente la zona più frequentata di Milazzo. Non fatevi però ingannare dalla parola “frequentata” perché questa spiaggia è talmente estesa da risultare quasi sempre “vuota”. Le persone si concentrano nei lidi o nelle loro immediate vicinanze, lasciando liberi interi tratti di costa. Qui l’acqua è limpida e il mare si tinge di un turchese acceso. La spiaggia è formata da sassolini bianchi che con il sole diventano roventi. Il mare diventa subito profondo e le correnti sono molto forti. Per questo motivo consiglio sempre di porre attenzione alle sue condizioni prima di entrare in acqua. Il lido che preferisco si chiama Horizon Milazzo e tra i suoi servizi annovera una piccola piscina e un lounge bar molto curato.

Le spiagge di Milazzo: Spiaggia di Ponente
Le spiagge di Milazzo: Spiaggia di Ponente

2 – Baia del Tono

La Baia del Tono fa parte della Riviera di Ponente ma vorrei trattarla come una zona a se stante. È situata alla fine della spiaggia di Ponente, dove ci sono i ruderi delle antiche tonnare di Milazzo e il litorale si curva lasciando spazio alle scogliere. Quest’area è frequentata da moltissimi turisti. Il lido che voglio consigliarvi si chiama Tonnara. Il proprietario è un signore milazzese accogliente e onesto che gestisce questa struttura in maniera impeccabile. Durante la settimana organizza corsi di nuoto in piscina e nel weekend anima la terrazza con aperitivi incredibili.

Le spiagge di Milazzo: Baia del Tono
Le spiagge di Milazzo: Baia del Tono

3 – Spiaggia di Levante

La spiaggia di Levante è molto più piccola rispetto alla Riviera di Ponente. La zona balneabile più famosa è chiamata Croce di Mare. In questa spiaggia troviamo sabbia mista a ciottoli e qualche scoglio in cui potersi comunque sedere e rilassare. Diciamo che è consigliata solo quando a Ponente il mare è troppo agitato.

4 – Piscina di Venere

Vi ricordate la zona del Capo? La Piscina di Venere è un tratto di mare raggiungibile attraverso una discesa di circa 15 minuti dalla punta più estrema di Milazzo. La passeggiata è un’esperienza eccezionale perché vi permetterà di connettervi con la natura e incontrare varie specie di piante e fiori. La Piscina di Venere non è altro che un laghetto naturale, che si riempie con l’alta marea, nel quale è possibile fare il bagno.

Discesa verso la Piscina di Venere
Discesa verso la Piscina di Venere

5 – Baia della Renella

È un luogo nascosto, difficile da raggiungere e conoscere. I suoi punti di forza sono una piccola spiaggia di sabbia e la vista frontale sulle Isole Eolie.

I 5 ristoranti di Milazzo

1 – Balice

Un ristorante inaspettato per una città come Milazzo. Mi ha davvero colpito per l’attenzione ai dettagli e l’arredamento in stile industrial chic. L’aspetto che ho apprezzato di più è la cucina a vista.  La carta è molto creativa e i menù degustazione ti danno la possibilità di scegliere tra “la tradizione” siciliana e “la ricercatezza” delle composizioni dello chef Giacomo Caravello. Io ho scelto il menù più classico ma tornerò sicuramente a provare anche quello gourmet. Ottimi anche la carta dei vini e il servizio.

Un piatto del ristorante Balice
Un piatto del ristorante Balice

2 – Al Pescatore

Con il ristorante Al Pescatore cambiamo decisamente rotta e ci avviciniamo alla semplicità tramandata da generazioni. Questo locale, posizionato alla fine del Lungomare Garibaldi, offre un menù che si mantiene inalterato da anni. Una selezione di antipasti di mare che comprende carpacci, fritture e pesce in agrodolce. A seguire la possibilità di scegliere tra un primo o una grigliata di pesce. I prezzi sono buoni e il servizio è informale ma attento.

3 – Il Bagatto

Il Bagatto è una piccola osteria posizionata nel centro di Milazzo e arredata con molto gusto. La cucina contempla anche ottimi piatti di carne, cosa non scontata per una città di mare, e i ristoratori non molto attenti anche alla scelta dei vini da abbinare alle portate.

4 – Macchianera

Un’altra eccellenza milazzese è sicuramente il ristorante Macchianera. Un livello così alto presuppone anche prezzi più elevati rispetto alla media. Il menù è molto raffinato e spazia da piatti di crudo a primi preparati con pasta fatta in casa. La qualità e la fantasia non mancano. L’arredamento del locale non mi ha fatto impazzire ma ci si può passare sopra.

Un piatto del ristorante Macchianera
Un piatto del ristorante Macchianera

5 – Toto passami l’olio

I proprietari di questo locale si definiscono artigiani della ristorazione. Quello che posso confermarvi è che utilizzano solo materie prime a km zero. Per questo motivo ci sono spesso interessanti fuori menù. Pane, grissini e prodotti da forno vengono preparati direttamente dallo chef. Deliziosi anche i dolci.

Un piatto del ristorante Totò passami l'olio
Un piatto del ristorante Totò passami l’olio

I 5 hotel di Milazzo

1 – Ngonia Bay

Ngonia Bay è una struttura alla quale non riesco a trovare alcun difetto. La posizione è una delle più spettacolari di Milazzo, ovvero a due passi dalla Tonnara e dalla spiaggia di Ponente. Le suite sono arredate con gusto, la terrazza con piscina offre una vista unica e vi è la possibilità di usufruire di trattamenti benessere. Se potete permettervi questo lusso non rimarrete delusi.

Hotel Ngonia Bay, Milazzo
Hotel Ngonia Bay, Milazzo

2 – Eolian Milazzo

Questo hotel sorge sul promontorio di Capo Milazzo e offre moltissimi comfort e servizi: sala fitness, piscina, campo da tennis e un buon concierge. La struttura è gigante e, ormai dovreste saperlo, io prediligo i piccoli boutique hotel. Tuttavia tra i grandi alberghi questo è sicuramente il migliore, anche e soprattutto per il rapporto qualità prezzo.

3 – Albergo Esperia

Questa struttura mi sta particolarmente a cuore perché è riuscita a trovare un letto per alcuni amici in una giornata di massimo picco turistico. L’albergo è ubicato di fronte alla Spiaggia del Tono, nel litorale di Ponente, e possiede 10 camere e 6 appartamenti. Pulizia, cortesia e accoglienza completano l’offerta.

Albergo Esperia, Milazzo
Albergo Esperia, Milazzo

4 – Le Formiche

Un ottimo hotel tre stelle con un’accoglienza che ne meriterebbe cinque. La famiglia Formica offre camere dal design moderno, ottime colazioni e una piccola vasca idromassaggio nel giardino esterno. Anche questa struttura si trova a pochi metri dalla Spiaggia del Tono. Se potete chiedete le camere ai piani più alti per potervi rilassare al tramonto direttamente dal balcone della vostra stanza.

5 – Manzoni 46

Il Manzoni 46 si trova nel centro storico di Milazzo, di fronte al porto. Rappresenta un’ottima scelta se preferite i b&B ma non volete rinunciare alla qualità e all’eleganza. La struttura si propone come “un’eccellenza dell’ospitalità nel cuore di Milazzo”. Provare per credere. Uno dei suoi punti forti è la terrazza con vista panoramica, piante di limoni e vasca idromassaggio.

5 bonus per la vostra vacanza a Milazzo

1 – Colazione con granita e brioche

Non potrete andarvene da Milazzo senza aver assaggiato almeno una volta la granita con panna e brioche. Quella che preferisco la prepara l’English Bar. I gusti variano dai più semplici caffè, cioccolato, fragola e limone, fino ad arrivare ai grandi classici della tradizione siciliana come gelsi, pistacchio e mandorla. La panna e la brioche devono essere rigorosamente fatte in casa. Io amo mangiarle a colazione ma potrebbero essere tranquillamente un sostituto del pranzo.

Colazione con granita e brioche
Colazione con granita e brioche

2 – Picnic con rustici e Birra Messina

Milazzo vanta numerosissime gastronomie che preparano ogni giorno rustici freschi da portare con sé al mare o durante una gita in barca. I rustici non sono altro che prodotti di rosticceria facili da trasportare. Parlo nello specifico di arancini, pizzette, brioche salate, pasta sfoglia ripiena e focacce. Per accompagnarle non può mancare dell’ottima Birra Messina prodotta a pochi km da Milazzo.

3 – L’aperitivo all’ora del tramonto

Ogni giornata a Milazzo che si rispetti dovrebbe concludersi con un aperitivo sulla Spiaggia di Ponente. Come vi avevo accennato il mio locale preferito in cui aspettare il tramonto è la terrazza della Tonnara. Ordinate un calice di vino bianco o frizzante, rigorosamente siciliano, e aspettate il calare del sole sulle note delle vostre hit estive preferite. Se la musica alta non fa per voi potrete scegliere un posto meno affollato o portare due birre sulla Spiaggia.

Aperitivo al tramonto, spiaggia di Ponente
Aperitivo al tramonto, spiaggia di Ponente

4 – Gite fuori porta

Milazzo è un’ottima base di partenza per la scoperta di numerose attrattive turistiche, prime fra tutte le Isole Eolie. Dalla città potrete visitare in giornata sia l’Isola di Vulcano che quella di Lipari. Per le altre invece è consigliata almeno una notte fuori. A poco più di un’ora da Milazzo troverete anche Taormina, alla quale dedicherò un articolo nelle prossime settimane. Infine vi consiglio spassionatamente una gita fuori porta a Tindari, nel Golfo di Patti. Qui potrete ammirare il famosissimo Santuario della Madonna Nera e il teatro greco, dove ogni anno si svolge il Festival dei Due Mari.

5 – Le serate al Borgo

Non ci sono sere estive in cui il Borgo non si animi. I numerosi locali della città fortificata propongono serate a tema, musica dal vivo, cocktail d’autore e tanto, tanto divertimento. Inoltre, se per voi la notte non è fatta per dormire, potrete continuare a ballare in uno dei tanti locali che, nei mesi estivi, organizzano serate danzanti.

Una serata al Borgo
Una serata al Borgo

Termina qui il nostro viaggio nella meravigliosa Milazzo. Tuttavia, se intendete visitare altri angoli di questa regione ricca di storia e tradizioni vi rimando volentieri al mio articolo sulla Sicilia Occidentale e al blog di un collega che, tra le altre cose, ha scritto un libro intitolato “Sicilia da Raccontare“. Se invece volete “volare” sulla città vi invito a vedere un video realizzato con un drone.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *