Convento dei Cappuccini, Antigua
Centro America,  Guatemala

Antigua: la città più bella del Guatemala

Antigua è la città più bella del Guatemala e – a dispetto della capitale – è anche molto sicura. La maggior parte dei turisti evitano Città del Guatemala e raggiungono direttamente Antigua, che dista meno di un’ora dall’aeroporto internazionale di Guatemala City. Il mio consiglio è di prenotare un transfer privato prima della partenza perché purtroppo non tutti i taxi o i pullman di collegamento che trovate in loco sono sicuri.

Antigua, la città più bella del Guatemala
Antigua, la città più bella del Guatemala

La particolarità di questo luogo è il fatto di essere un’icona di religiosità e spiritualità. Antigua, eletta Patrimonio Mondiale dell’Unesco nel 1979, raggiunge il suo culmine di visitatori durante la Settimana Santa. L’ideale è trascorrere in città almeno tre giorni per visitare con calma tutti i luoghi di culto del centro e programmare un’attività a scelta tra le tante proposte: trekking, escursioni a cavallo o in bicicletta.

Antigua, la città più bella del Guatemala
Antigua, la città più bella del Guatemala

La Settimana Santa

Se vi è possibile consiglio la visita della città durante la Settimana Santa, prenotando però con largo anticipo. La Pasqua ad Antigua è sicuramente la più caratteristica di tutte le Americhe. L’intero centro abitato si blocca e lascia spazio alle decine di processioni che lo attraversano. Tutti gli abitanti si fanno in quattro per produrre i famosi tappeti di fiori e segatura colorata che vengono di volta in volta calpestati nelle varie cerimonie. Incensi, fumo e canti invadono le strade del paese. Uomini e donne sollevano pesanti altari di legno sui quali giacciono le statue dei Santi del Cristianesimo. Le processioni interessano tutte le vie del centro e tutte le numerosissime chiese della città.

Le processioni durante la Settimana Santa
Le processioni durante la Settimana Santa
Le celebrazioni della Settimana Santa
Le celebrazioni della Settimana Santa

Cosa vedere ad Antigua

Antigua è una città da vivere e il mio consiglio è quello di partire dai seguenti luoghi:

  1. Il Parque Central, circondato da antichi edifici coloniali e cuore pulsante della città
  2. L’Arco di Santa Catalina, il luogo più iconico e fotografato di Antigua
  3. Il Convento dei Cappuccini, con i suoi meravigliosi giardini
  4. La Chiesa di San Francisco, forse la più importante della città
  5. La Chiesa La Merced, con la sua meravigliosa fontana e la facciata di un giallo pallido
  6. Il Cerro de la Cruz, il punto più alto e panoramico della città raggiungibile con una piacevole passeggiata

Alla bellezza architettonica si aggiunge quella paesaggistica. Antigua è infatti circondata da tre vulcani: l’Agua, l’Acatenago e il Fuego. In passato, ma anche più recentemente, questa posizione ha causato non pochi problemi di assestamento del terreno che hanno provocato numerose scosse sismiche.

Cosa vedere ad Antigua: Arco di Santa Catalina
Cosa vedere ad Antigua: Arco di Santa Catalina

Dove dormire ad Antigua

Io ho alloggiato in un piccolo boutique hotel che consiglio per posizione, servizio e design. Si tratta del San Rafael, un edificio coloniale nel centro del paese con un meraviglioso cortile interno. La struttura possiede solo sette camere, curate in ogni dettaglio, e una sala colazioni dove ogni giorno viene servita frutta fresca e caffè. Durante le giornate che ho passato in città ho avuto modo di visitare anche altri alloggi. Se non avete problemi di budget e amate il lusso vi direi di optare per Casa Santo Domingo, un ex convento convertito in un hotel 5 stelle con servizi di prima classe. La stessa struttura ospita anche un museo, una cappella, una bottega di ceramica e una fabbrica di giada. Se invece avete problemi di budget vi consiglio il Cucuruchos Boutique Hostel, un curatissimo ostello di design ubicato in posizione centrale.

Dove dormire ad Antigua: Hotel San Rafael
Dove dormire ad Antigua: Hotel San Rafael

Dove mangiare ad Antigua

Per quanto riguarda i ristoranti ho poco da segnalare. Il primo motivo è dettato dal fatto che la cucina guatemalteca non è eccezionale e presenta pochissima varietà. Il secondo motivo è che durante il mio soggiorno mi sono concentra molto di più sui locali in quanto tutta la città era pervasa da un’aria di festa continua. Nonostante queste premesse vi segnalo il Bistrot Cinq e la Sobremesa, due ristoranti di tendenza che presentano una cucina francese rivisitata in chiave guatemalteca. La Sobremesa ha anche una piccola galleria d’arte e serve ottimi cocktail. Tra i locali segnalo El Barrio, un cortile all’aperto con diversi ambienti, e l’Ulew Bar, uno speakeasy nascosto dietro la porta di una cabina telefonica che serve cocktail di ottimo livello in un’ambiente coloniale.

Antigua, la città più bella del Guatemala
Dove mangiare ad Antigua

Sperando che Antigua vi abbia incuriosito, vorrei segnalarvi altri due articoli su questa nazione che ha molto da offrire. Nel primo troverete una descrizione dettagliata dei luoghi da non perdere in Guatemala e nel secondo troverete il mio personalissimo itinerario di viaggio, comprensivo di quasi tutti i costi che ho sostenuto.

One Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.