Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize
Belize,  Centro America

Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize

Caye Caulker è l’isola più autentica del Belize. “No Shirt, No Shoes…No Problem” è il motto più ripetuto dagli isolani dopo “Go Slowly”. Lo troverete scritto ovunque: nei negozi che vendono conchiglie e parei, nei bar che servono birre ghiacciate, nei ristoranti che grigliano pesce ad ogni ora del giorno e della notte e nelle case colorate del centro.

Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize
Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize

Caye Caulker è un’isola tranquilla con poche spiagge e moltissimi moli da cui partono imbarcazioni dirette verso gli atolli e le zone protette della barriera corallina. Un’isola dove potrete leggere un libro su una delle tante amache presenti lungo la costa. Un luogo perfetto per tutti gli appassionati di snorkeling e immersioni.

Escursione di snorkeling
Escursione di snorkeling

Caye Caulker è la seconda isola più grande del Belize: è lunga circa 8 km e larga 1,5 km. Tuttavia, la parte abitata è circoscritta perché la maggior parte dell’isola è coperta da mangrovie. La superficie è divisa in due aree collegate da un canale chiamato Split, creato nel 1961 dall’uragano Hattie. La parte a Sud del canale è l’area abitata mentre quella a nord è quasi completamente disabitata. A Caye Caulker i turisti italiani sono pochissimi. L’isola è frequentata prevalentemente da americani.

Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize
Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize

Belize

Il Belize è uno Stato del Centro America che confina a nord con il Messico, a sud-ovest con il Guatemala ed è bagnato ad est dal Mar dei Caraibi. Questo piccolissimo Stato è conosciuto in tutto il mondo per la sua barriera corallina, seconda solo a quella Australiana, che è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Considerando che l’80% della superficie del Belize è coperta da foreste tropicali, paludi e lagune il turismo si concentra prevalentemente sulla costa e nei suoi atolli sparsi nelle acque del Mar dei Caraibi.

Il paese conta circa 350.000 abitanti e la loro lingua ufficiale è l’inglese. Tuttavia, la maggior parte della popolazione parla anche lo spagnolo. La suddivisione etnica è la seguente: 50% di meticci (etnie europee e maya), 25% di creoli (etnie africane), 10% di maya, 6% di popolazione garifuna e percentuali minori di altre razze. Un mix incredibile che si riflette anche nelle diversità culturali e religiose della nazione.

Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize
Gli abitanti di Caye Caulker

Caye Caulker o Caye Ambergris?

Questa è la domanda più frequente che mi viene posta quando qualche amico o lettore sta per partire per il Belize. La risposta è semplice. Le due isole sono profondamente diverse e la mia personale opinione è che la prima sia nettamente più autentica e incontaminata rispetto alla seconda.

Scegliete Caye Caulker se:

  1. Cercate un posto tranquillo in cui oziare su un’amaca. Il motto dell’isola è “go slowly”
  2. Non avete a disposizione grandi budget
  3. Amate le piccole strutture alberghiere gestite dalla popolazione locale
  4. Amate i piccoli locali in cui ascoltare musica reggae bevendo birra o rum
Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize
Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize

Scegliete Caye Ambergris se:

  1. Amate i resort di lusso, le piscine e gli sport acquatici
  2. Avete a disposizione grandi budget
  3. Siete alla ricerca della nightlife movimentata di cui parla Madonna nella sua canzone “Isla Bonita”
  4. Amate la ristorazione ricercata

A tal proposito, se volete scoprire di più su questa meta, vi lascio il link al mio articolo che parla di Caye Ambergris, meglio conosciuta come San Pedro.

Caye Caulker

Informazioni importanti

La moneta locale è il dollaro del Belize (BZD) che vale circa 0,5 dollari americani. Portate con voi delle medicine perché sull’isola non ci sono delle vere farmacie e nemmeno un ospedale. A Caye Caulker non esistono strade. Ci si muove a piedi o in bicicletta. Gli unici mezzi motorizzati sono le golf car ma solitamente i turisti le evitano.

Sicurezza

Caye Caulker è sicura ma ci sono stati degli episodi poco piacevoli che hanno riguardato delle ragazze che viaggiavano sole. Il mio consiglio per tutte le donne è di evitare di muoversi da sole a tarda notte e di non accettare cocktail offerti da perfetti sconosciuti. Evitate anche di comprare e consumare eventuali droghe che vi verranno sicuramente offerte dagli isolani.

Le alghe sargasso

Un tema che vorrei affrontare è quello delle alghe sargasso. Per chi non le conoscesse sono una tipologia di alga molto diffusa nell’Oceano Atlantico, di cui fa parte anche il Mar dei Caraibi, in continua crescita soprattutto a causa dei cambiamenti climatici. Queste alghe non sono un problema per l’ambiente marino ma lo sono per il turista che vede le tanto bramate spiagge bianche trasformarsi in una distesa di vegetazione maleodorante.

Le alghe sargasso nelle spiagge di Caye Caulker
Le alghe sargasso nelle spiagge di Caye Caulker

Purtroppo, l’invasione delle alghe sargasso è sempre più frequente e non è prevedibile. In Belize è facile trovarle sia sulle rive della costa che nei caye. Alcuni resort provvedono a raccoglierle ed eliminarle ma la loro presenza è comunque invasiva. Durante le escursioni in barca sarà invece difficilissimo incontrarle perché si depositano esclusivamente sui grandi litorali.

Come arrivare

Per arrivare a Caye Caulker bisogna raggiungere Belize City e prendere un traghetto veloce della compagnia Belize Express Water Taxi oppure un volo della Tropic Air. Inoltre ogni giorno c’è un traghetto che collega l’isola con Chetumal (Messico).

Spiagge

L’unica spiaggia degna di tale nome è Koko King, nella parte nord dell’isola. Per raggiungerla, dato che in quella zona non esistono strade, servono circa 20 minuti di navigazione. La spiaggia è attrezzata e attiva dal mattino fino a tarda notte.

Spiaggia di Koko King al tramonto
Spiaggia di Koko King al tramonto

Cosa fare

Lungo la strada principale dell’isola numerose agenzie propongono ai turisti diversi tour organizzati, escursioni e sport acquatici. Vi riporto qui sotto le esperienze che secondo me meritano di essere prese in considerazione:

1 – Immersione nel Blue Hole, uno degli spot più famosi del mondo. Quest’attività è consigliata a coloro che hanno un brevetto che permette di scendere oltre i 18 metri. Questo perché le famose stalattiti, che sono la parte più interessante da esplorare, si trovano ad oltre 30 metri di profondità. Il costo dell’escursione si aggira intorno ai 250 euro a persona e comporta un viaggio tra andata e ritorno di oltre 5 ore in mare aperto.

Blue Hole, Belize
Blue Hole, Belize

2 – Snorkeling nella Hol Chan Marine Reserve e Shark Ray Alley. Questa è una delle escursioni più belle che io abbia mai fatto nel Mar dei Caraibi. Voglio davvero suggerirvi di rivolgervi al mio stesso tour operator che si chiama Raggamuffin. L’escursione in barca dura un’intera giornata e comprende tre spot in cui fare snorkelling: Coral Gardens, Shark Ray Alley e Hol Chan. Avrete la possibilità di nuotare con razze, tartarughe, dentici, murene e squali. Nel tour è incluso anche il pranzo e un aperitivo a base di ceviche e rum al cocco.

Escursione alla Shark Ray Alley
Escursione alla Shark Ray Alley
Raggamuffin Tour
Raggamuffin Tour

3 – Escursioni per vedere i manati. Moltissime agenzie organizzano delle sessioni di snorkeling di mezza giornata per nuotare con i manati, detti anche lamantini, ovvero dei mammiferi acquatici di oltre 600 kg in via d’estinzione che si nutrono di piante.

Snorkeling nella Hol Chan Marine Reserve
Snorkeling nella Hol Chan Marine Reserve

Dove dormire

A Caye Caulker non esistono strutture particolarmente lussuose. La maggior parte degli alberghi consistono in casette colorate sparse nella zona più abitata. Quello che posso consigliarvi è di non scegliere un hotel nella via centrale del paese perché la notte rischiereste di essere svegliati da ragazzini ubriachi con molta voglia di divertirsi. Inoltre vi suggerisco di prenotare con anticipo, soprattutto se viaggiate in alta stagione.

Barefoot Beach Belize Resort
Barefoot Beach Belize Resort

Io ho dormito negli appartamenti di una gentilissima signora locale, in una zona davvero tranquilla e rilassante. La struttura di chiama Barefoot Beach Belize Resort ed è composta da casette colorate in legno con vista mare e piccole cucine attrezzate. In dotazione avrete anche delle biciclette, dei teli mare e l’attrezzatura per praticare snorkeling. Il punto forte però è il pontile con le amache sul quale potrete cullarvi mentre leggete un libro.

Pontile del Barefoot Beach Belize Resort
Pontile del Barefoot Beach Belize Resort

Vita notturna

La vita notturna sull’isola di Caye Caulker inizia all’ora del tramonto con gli aperitivi in spiaggia al Koko King o al Lazy Lizard. La prima location è la spiaggia di cui vi ho parlato nei capitoli precedente mentre il secondo locale è un bar che si trova alla fine della strada principale dell’isola. Qui potrete ordinare una birra ghiacciata e aspettare il calar del sole.

Dopo cena quasi tutta l’isola si riunisce al Reggae Cafè dove potrete bere qualche cocktail al rum ascoltando buona musica reggae e ballando fino a notte fonda.

Dove mangiare

Sull’isola ci sono moltissimi ristoranti spartani in cui mangiare dell’ottimo pesce. Il migliore secondo me è lo Chef Kareem’s UnBelizeable Lunch. Qui potrete assaggiare l’aragosta più buona dell’isola o degli ottimi spiedini di pesce freschissimo. A pranzo i tavoli sono affollatissimi.

L'aragosta di Chef Kareem’s UnBelizeable Lunch
L’aragosta di Chef Kareem’s UnBelizeable Lunch

Se invece volete un locale più ricercato recatevi all’Hibisca – che prima si chiamava Habanero – e ordinate un piatto unico di pesce accompagnato da un ottimo cocktail al rum. Spesso nel ristorante ci sono band locali che allietano la cena dei turisti.

Pranzo a Caye Caulker
Pranzo a Caye Caulker

Purtroppo non tutti gli chef dell’isola sanno valorizzare l’ottimo pescato locale. Il ristorante Happy Lobster, ad esempio, serve piatti di aragosta troppo cotta a prezzi troppo alti.

Se avete altre domande sul Belize consultate l’articolo in cui vi racconto il mio itinerario di viaggio:

Belize e Guatemala – itinerario e costi

Se invece avete dei suggerimenti o dei racconti di viaggio sull’isola di Caye Caulker potete scriverli qui sotto nei commenti o sui miei canali social.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *