30 cose da fare nella città di Madrid
Europa,  Spagna

Visitare Madrid: 30 cose da fare

Itinerario di 3 giorni nella città di Madrid

Ho deciso di dividere l’esperienza di viaggio a Madrid in 3 giornate dedicate ad ambiti diversi. La prima giornata è focalizzata sui luoghi turistici imprescindibili e le esperienze “obbligatorie”; la seconda giornata sulle zone alla moda e le esperienze esclusive; la terza giornata sugli ambienti alternativi e le esperienze anticonformiste.

30 cose da fare nella città di Madrid
30 cose da fare nella città di Madrid

Visitare Madrid – Giorno 1

Sentirsi Miguel de Cervantes per un giorno

1 – Fare colazione con i churros

Non potrai dire di essere stato a Madrid se non li avrai provati almeno una volta. I churros sono un dolce tipico madrileño composto da una pastella fritta e successivamente immersa nello zucchero. La tradizione vuole che vengano consumati con una cioccolata calda o, in alternativa, con un moderno cappuccino. Il bar più famoso in cui assaggiarli è la Chocolatería San Ginés, vicino a Puerta del Sol.

Pasticceria San Gines, Madrid
Pasticceria San Gines, Madrid
2 – Museo del Prado

Il Prado è il museo più conosciuto della città e fa parte dell’itinerario museale chiamato Paseo del Arte. Le sue sale ospitano la collezione spagnola di dipinti e sculture più completa del mondo. Sarò sincera. Parliamo di oltre 8000 quadri e 700 sculture molto classiche, a tratti “pesanti”. Per questo motivo il mio consiglio è quello di prepararvi un piccolo percorso delle cose più importanti da vedere e dedicargli una mattinata. Sfido chiunque a resistere per più di 3 ore. Il costo del biglietto è di 15 euro ma la sera, due ore prima della chiusura, è possibile entrare gratuitamente.

Le opere più importanti sono:

  1. Il Giardino delle delizie di Bosch
  2. Annunciazione del Beato Angelico
  3. Davide e Golia di Caravaggio
  4. Il Cavaliere con la mano sul petto di El Greco
  5. Las Meninas di Velázquez
  6. Le Tre Grazie di Rubens
  7. La Maja Desnuda di Goya
  8. Il 3 maggio 1808 di Goya
3 – Plaza Mayor

Plaza Mayor è la piazza più frequentata e vissuta di Madrid. Sotto i suoi portici troverete bar, ristoranti e negozi pieni ad ogni ora del giorno e della notte. Nel mezzo di questa piazza rettangolare si erge la statua equestre di Filippo III mentre l’edificio più importante è la Casa de la Panadería, situata al centro del lato nord, che oggi ospita un ente del turismo. L’elemento architettonico che preferisco è l’Arco de Cuchilleros, ovvero la porta che collega Plaza Mayor al quartiere La Latina.

Visitare Madrid: Plaza Mayor
Visitare Madrid: Plaza Mayor
4 – Pranzare da Casa Rua o al Mercato de San Miguel

Nei pressi di Plaza Mayor troverete due tra i posti più tipici dove consumare un pasto a Madrid. Il primo si chiama Casa Rua e vende i migliori “Bocadillos de Calamares” della città. Mettetevi in fila e aspettate il vostro turno. Una volta ottenuto il panino di calamari fritti sedetevi al bancone del bar e ordinate una birra. L’alternativa è recarsi nel famosissimo Mercato de San Miguel. Al suo interno troverete decine di bancarelle pronte a soddisfare ogni vostra voglia di prodotti locali: polpo alla galera, tortillas, patatas brava, pata negra, birra e vino regionale.

30 cosa da fare in città, Mercato San Miguel
30 cosa da fare in città, Mercato San Miguel
5 – Plaza de la Puerta del Sol

Questa piazza è conosciuta per essere un luogo ricco di simboli importanti per la Spagna e la città di Madrid. Primo fra tutti il famoso “chilometro zero” ovvero il punto esatto da cui si misurava la distanza verso tutte le altre città della nazione. A seguire la Statua dell’Orso con il corbezzolo e quella equestre di Re Carlos III. L’edificio più bello della piazza è il Palazzo delle Poste che oggi è diventato la sede della Regione.

Plaza di Puerta del Sol, Madrid
Plaza di Puerta del Sol, Madrid
6 – Gran Via

Gran Via è la strada commerciale più lunga della città di Madrid e comprende 1,5 chilometri di negozi che attraversano vari quartieri. La zona più famosa si trova all’altezza della fermata metropolitana di Callao, dove troverete due degli edifici architettonicamente più significativi della città: Cines Callao e Carrion Building.

7 – Plaza de Cibeles

Plaza de Cibeles non è altro che una piazza caratterizzata da una gigantesca rotonda con al centro una fontana sormontata dalla scultura della Dea Cibeles trainata da un carro di leoni. Qui troverete anche gli edifici del Banco De España – dove hanno girato gli esterni della terza serie della “Casa di Carta”– la Casa de América, il Palacio de Buenavista – sede dell’esercito, e il Palacio de Comunicaciones – sede degli uffici comunali.

Visitare Madrid: Plaza de Cibeles
Visitare Madrid: Plaza de Cibeles
8 – Parque del Ritiro

L’ingresso principale del parco si trova accanto alla Puerta de Alcalá, uno dei monumenti più rappresentativi della città.  All’interno del parco ci sono moltissimi edifici e punti di interesse. Volendo potreste passarci un’intera giornata. L’attrazione principale è il laghetto artificiale con il monumento dedicato ad Alfonso XII dove è possibile noleggiare delle barchette di legno a remi. L’edificio che prediligo è il Palazzo di Cristallo, una struttura in vetro e metallo che spesso ospita delle mostre. Lo stesso architetto realizzò anche il vicino Palazzo Velazquez. Tra i giardini i miei preferiti sono il Bosco degli Scomparsi, dedicato all’attacco terroristico dell’11 marzo 2004, e La Rosaleda, il giardino delle rose.

30 cose da fare in città, Parque del Ritiro
30 cose da fare in città, Parque del Ritiro
9 – Mangiare il cocido madrileño

Il cocido è il piatto più tipico della cucina madrileña. Si tratta di uno stufato a base di ceci a cui vanno aggiunti diversi tipi di verdura, carne e insaccati. Tra i ristoranti tipici in cui mangiare il cocido ce n’è uno che amo particolarmente e che ho conosciuto grazie ad amici madrileñi. Si chiama Casa Carola e ha aperto dal 1998. Andateci e non rimarrete delusi.

Cocido madrileño, Casa Carola
Cocido madrileño, Casa Carola
10 – Guardare una partita al Santiago Bernabéu

Nella città di Madrid il calcio è una cosa seria. Non potrete andarvene senza aver visto lo stadio Santiago Bernabéu, uno dei più importanti al mondo. Se ne avete la possibilità assistete ad una partita del Real Madrid o, in alternativa, prenotate una visita del museo.

Visitare Madrid – Giorno 2

Sentirsi Re Felipe VI per un giorno

1 – Palazzo Reale

Il Palazzo Reale è la residenza ufficiale dei reali spagnoli. Tuttavia la utilizzano solo in poche occasioni speciali e preferiscono soggiornare fuori dalla capitale, nel blindatissimo Palacio de la Zarzuela . La visita degli interni e dei giardini vi occuperà quasi mezza giornata. Il costo del biglietto è di 10 euro per l’entrata generale e di 14 euro per quella comprensiva delle cucine. La sera, due ore prima della chiusura, è possibile entrare gratuitamente (cucine escluse). Vi conviene acquistare il biglietto online per evitare le code. Le stanze più belle, a mio avviso, sono la Real Armeria – stanza delle armature, la Real Cucina – cucine reali, il Museo delle Carrozze, il Comedor de Gala – sala da pranzo – e la Sala del Trono. Non perdetevi nemmeno i giardini e il cambio della guardia che avviene nella Plaza de Armería ogni primo mercoledì e sabato del mese alle 12.00.

Visitare Madrid: Palazzo Reale
Visitare Madrid: Palazzo Reale
2 – Salire sulla Cattedrale dell’Almudena

A pochi metri di distanza da Palazzo Reale trovate la Cattedrale dell’Almudena, una costruzione molto recente inaugurata nel Giugno 1993 da Giovanni Paolo II. L’esterno è davvero imponente. All’interno visitate la cripta e salite sulla cupola per ammirare la città dall’alto.

30 cose da fare in città, Cattedrale Almudena
30 cose da fare in città, Cattedrale Almudena
3 – Plaza de Oriente

Uscendo da Palazzo Reale o dalla Cattedrale dirigetevi nei giardini di Plaza de Oriente dove è stato eretto il monumento equestre a Filippo IV. Questa piazza, oltre ad essere la mia preferita della città, è un luogo imperdibile. Il suo fascino è dato soprattutto dagli edifici che la circondano e dal Teatro Real. L’edificio più maestoso è Casa José Cubiles. Il mio consiglio è quello di sedervi al Café di Oriente, uno dei bar letterari più belli di Madrid, e osservare i passanti mentre sorseggiate un caffè.

Visitare Madrid: Plaza de Oriente
Visitare Madrid: Plaza de Oriente
4 – Plaza de España

Plaza de España si trova nei pressi di Palazzo Reale. A mio avviso è la piazza “meno significativa” della città ma resta un crocevia importante da cui passerete sicuramente durante il vostro soggiorno. I punti di interesse turistico sono il monumento dedicato a Cervantes e i due edifici che fanno da cornice ovvero la Torre di Madrid e l’Edificio España. Purtroppo questa Piazza sarà parzialmente inagibile fino a Febbraio 2021 quando termineranno i lavori di ristrutturazione iniziati nel 2019.

5 – Pranzo al Museo Reina Sofia

Prima di visitare il Museo Reina Sofia vi consiglio di pranzare in uno dei suoi due ristoranti di design. Il NuBel è uno spazio circolare e colorato, con ampie vetrate, che si trova sotto l’Auditorium. Le sue isole formate da divanetti, pouf e lampade mettono allegria. I piatti sono abbastanza creativi e la cucina è molto leggera, perfetta per non addormentarsi durante la visita del museo. Purtroppo il servizio è lento e il conto un po’ troppo salato. Il secondo locale si chiama Arzabal ed è immerso in un bellissimo giardino che d’inverno assomiglia più ad una serra. Il cibo è meno elaborato rispetto a quello del NuBel, i prezzi sono moderati e il servizio è soddisfacente.

6 – Museo Reina Sofia

Con la sua collezione permanente di opere d’arte contemporanea e le sue collezioni temporanee che cambiano quasi ogni mese, il Museo Reina Sofia vince, a mio avviso, la medaglia di miglior museo del Paseo del Arte. Il costo del biglietto è di 10 euro ma la sera, due ore prima della chiusura, e la domenica pomeriggio è possibile entrare gratuitamente.

Le opere imperdibili sono:

  1. Guernica di Picasso
  2. La caduta di Barcellona di Le Corbusier
  3. Il grande masturbatore di Dalì
  4. Ragazza alla finestra di Dalì
  5. L’enigma di Hitler di Dalì
  6. Uomo con pipa di Mirò
  7. Donna in blu di Picasso
  8. Testa di un fumatore di Mirò
Museo Reina Sofia, Madrid
Museo Reina Sofia, Madrid
7 – Plaza de Colon

Plaza de Colón è un punto nevralgico di Madrid ubicato tra le strade Serrano, Goya, Paseo de la Castellana e Paseo de Recoletos. La si riconosce per via dell’enorme monumento dedicato a Cristoforo Colombo che si erge al centro della piazza.

8 – Shopping tra Calle de Serrano e Calle de Velázquez

Se volete fare shopping c’è un solo quartiere da prendere in considerazione ed è quello di Salamanca. Calle de Serrano, Calle de Velázquez e tutte le vie che la circondano sono tappezzate di grandi catene internazionali, boutique esclusive, gioiellerie e negozi di scarpe. Non mancano anche marchi nazionali meno conosciuti ma molto alla moda.

9 – Aperitivo e cena nel quartiere di Salamanca

Una volta terminato lo shopping vi consiglio di restare in zona per trascorrere una serata “chic”. La mia via preferita per la ristorazione è Calle de Jorge Juan. Fermatevi al bancone di Ultramarinos Quintin per un aperitivo a base di bollicine spagnole. Questa gastronomia può essere un’ottima scelta anche per un pranzo composto da specialità della cucina iberica. Tuttavia, se cercate un locale davvero unico e alla moda, dirigetevi nel ristorante di fronte chiamato Amazonico. Io l’ho amato fin dal primo momento in cui ci ho messo piede. Le cucine sono tutte a vista e spaziano dalla giapponese all’argentina. Anche gli arredi e le sedute del locale variano e permettono di provare esperienze differenti a seconda della posizione in cui sceglierete di sedervi. Consiglio il bancone del bar o quello in cui viene preparato il sushi.

Ristorante Amazonico, quartiere di Salamanca
Ristorante Amazonico, quartiere di Salamanca
10 – I club alla moda

Se volete passare una serata nei locali più frequentati da calciatori, modelle e presunti tali dovete restare nel quartiere di Salamanca. Il nome più risonante, a mio avviso, è quello dell’Opium Club. Il locale ha anche un ristorante che però vi sconsiglio. La musica è commerciale, i cocktail sono ottimi e i prezzi per un tavolo – neanche a dirlo – sono altissimi.

Visitare Madrid – Giorno 3

Sentirsi Pedro Almodovar per un giorno

1 – Mercato del Rastro

La domenica mattina (fino alle 15.00) non perdetevi il famoso Mercato del Rasto nel quartiere La Latina, una delle zone più caratteristiche della città. In quelle ore un fiume di gente si riversa nelle strade intorno a Plaza de Cascorro per comprare qualche cianfrusaglia nelle numerosissime bancherelle. Considerate inoltre che il quartiere è pieno di negozietti molto accattivanti che aprono ogni giorno. Gli articoli più comprati sono abiti vintage, vinili, oggetti di antiquariato e bigiotteria di ogni genere.

Mercato del Rastro, quartiere La Latina
Mercato del Rastro, quartiere La Latina
2 – Real Basilica di San Francisco El Grande

Nel quartiere La Latina visitate la Real Basilica di San Francisco El Grande, una chiesa costruita nel 1783 all’interno della quale troverete qualche dipinto di Goya.

Real Basilica di San Francisco El Grande, quartiere La Latina
Real Basilica di San Francisco El Grande, quartiere La Latina
3 – I tapas bar del quartiere La Latina

Il quartiere La Latina è famoso anche per i suoi tapas bar, perfetti sia per un pranzo domenicale che per una serata con gli amici. I più caratteristici sono Casa Amadeo Los Caracoles e Los Huevos de Lucio. Tra i più moderni segnalo invece Lamiak e Juana La Loca. Dopo cena andate in Calle de la Cava Baja e scegliete uno dei numerosi cocktail bar. Tra i locali in cui ballare o ascoltare musica raccomando solo il ContraClub.

Ristorante Casa Amadeo Los Caracoles, quartiere La Latina
Ristorante Casa Amadeo Los Caracoles, quartiere La Latina
4 – Stazione di Atocha

La vecchia stazione ferroviaria, progettata da Gustave Eiffel, è stata parzialmente trasformata in un giardino tropicale. Da un lato troverete quindi lo spazio nuovo da cui partono i treni e dall’altro la superficie originale con negozi, bar e questa giungla urbana che si erge tra lamine di ferro e vetrate.

Visitare Madrid: Stazione di Atocha
Visitare Madrid: Stazione di Atocha
5 – CaixaForum

Se venite a Madrid non potrete andarvene senza aver fotografato questo edificio ubicato nel Paseo del Prado. Il CaixaForum è un’opera architettonica di un’unicità rara progettato dagli architetti Herzog & De Meuron. La struttura non è altro che il recupero di una centrale elettrica alla quale sono stati aggiunti dei forti elementi green. Le due caratteristiche che lo rendono inconfondibile sono quindi il giardino verticale e il rivestimento delle facciate in corten ossidato.

Visitare Madrid: Caixa Forum
Visitare Madrid: Caixa Forum
6 – Museo Thyssen-Bornemisza

Il museo Thyssen-Bornemisza contiene una delle collezioni private più grandi del mondo che ripercorre sette secoli di storia della pittura europea e comprende circa 1000 opere d’arte. Il costo del biglietto è di 12 euro ma il lunedì è possibile entrare gratuitamente. Dato che vi sto parlando dell’ultimo museo facente parte del Paseo del Arte vi segnalo che potete acquistare anche un’unica tessera che permette di entrare in tutti i musei al costo di 30 euro. Se avete intenzione di visitarli tutti è sicuramente la scelta più conveniente.

Le opere più importanti sono:

  1. Ballerina inchinata di Degas
  2. Stanza d’albergo di Hopper
  3. Paesaggio al tramonto di Van Gogh
  4. Stanza d’hotel di Edward Hopper
  5. Il sogno di Franz Marc
  6. Donna con parasole in giardino di Renoir
  7. Combattimento di tori di Picasso
  8. Donna nel bagno di Roy Lichtenstein
7 –  Chamberí

Tra i luoghi insoliti da visitare a Madrid troviamo la stazione della metropolitana fantasma di Chamberí, il distretto più multiculturale della città. Questa fermata, chiusa nel 1966, è stata riaperta al pubblico nel 2008 e adibita a museo in cui ammirare cartelloni pubblicitari, biglietteria, binari e mobili di quello che è stata la stazione originaria.

8 – Tramonto al Tempio di Debod

Il Tempio di Debod si trova nei pressi di Plaza de España all’interno del Parque del Oeste. La maggior parte delle persone lo visitano al tramonto quanto il sole si riflette sullo specchio d’acqua che lo circonda e si formano dei bellissimi giochi di luce. Questo monumento è un regalo dell’Egitto alla Spagna per averli aiutati a salvaguardare alcuni templi della Nubia.

30 cose da fare in città, Tempio di Debod
30 cose da fare in città, Tempio di Debod
9 – Aperitivo e cena nel quartiere di Chueca

Il quartiere di Chueca è uno dei più conosciuti di Madrid ed è spesso associato alla comunità omosessuale perché nelle sue strade si celebra uno dei Gay Pride più rappresentativi d’Europa. Plaza de Chueca, Plaza de Pedro Zerolo e tutte le vie limitrofe ospitano gallerie d’arte, negozi alternativi e moltissimi bar. Se amate Pedro Almodovar non perdetevi un aperitivo alla Taberna de Angel Sierra, luogo in cui cenano i personaggi del film “Il fiore del mio segreto”. A cena vi consiglio di scegliere uno dei ristoranti all’interno del Mercato di San Anton. Il mio preferito si trova al terzo piano ed è La cocina de San Antón che serve dell’ottimo Jamon Iberico in un’ambiente informale che comprende anche una terrazza estiva con una vista meravigliosa sulla città di Madrid.

Taberna de Angel Sierra, Madrid
Taberna de Angel Sierra, Madrid
10 – I club alternativi

I quartieri di Chueca e Malasaña sono il cuore della movida cosmopolita ed eccentrica della città. Essendo gli epicentri del collettivo LGTB e dei giovani hipster i loro locali sono i più divertenti e alternativi di Madrid, ideali per chi vuole ballare fino alle primi luci dell’alba. D’altronde uno dei detti della città è “Madrid nunca duerme”. Tra i club più in voga segnalo  D’MysticWhy Not? e La Vaquita.

Spero di avervi invogliato a visitare la città di Madrid. Se quest’articolo vi ha ispirato nel corso del vostro viaggio vi invito a lasciare un messaggio qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *