Cupola della Cattedrale di Palermo
Italia,  Sicilia

Tre giorni a Palermo: il mio itinerario

Se dovessi lasciare Milano e trasferirmi al mare la mia prima scelta sarebbe sicuramente la città di Palermo. Sono follemente innamorata dei suoi vicoli, del suo mare, della sua vita notturna e dei suoi abitanti. Ho avuto la fortuna di conoscere questa città con persone che ci vivono e posso garantirvi che vanta un mix perfetto di cultura, gastronomia e divertimento. Questi appunti di viaggio sono il frutto di moltissimi week-end trascorsi a Palermo, per lavoro e per piacere.

Ecco qui la lista dei luoghi turistici che dovete assolutamente visitare se riuscite a fermarvi in città per almeno un paio di giorni. Il terzo giorno vi consiglio invece di dedicarlo alle gite fuori porta, possibilmente spostandovi con una macchina.

Primo giorno

1 – Quattro Canti

È il cuore della città e viene chiamato in questo modo perché comprende quattro palazzi storici ricchi di elementi simbolici.

Tre giorni a Palermo: Quattro Canti
Tre giorni a Palermo: Quattro Canti

2 – La Cattedrale, ingresso 7 euro

È il luogo più affascinante della città. Vi consiglio assolutamente di salire sui tetti per ammirare Palermo dall’alto.

Scorcio della Cattedrale di Palermo
Scorcio della Cattedrale di Palermo

3 – Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina, ingresso 12 euro

Completamente decorata con mosaici bizantini è senza dubbio uno dei luoghi più visitati di tutta la regione Sicilia.

4 – San Giovanni degli Eremiti, ingresso 6 euro

È il luogo più mistico di tutta Palermo e viene chiamato anche Chiesa dalle Cupole Rosse.  Da non perdere assolutamente una visita ai giardini e al chiostro.

5 – Mercato popolare di Ballarò

Un tripudio di sapori, colori e odori. Bancarelle di carne, pesce, frutta e verdura. Tappa gastronomica obbligatoria per tutti gli amanti dello street food.

Mercato popolare di Ballarò
Mercato popolare di Ballarò

6 – Le Catacombe, ingresso 3 euro

Un luogo, a tratti macabro, dove sono conservati i corpi mummificati di esponenti religiosi, politici, artisti e borghesi.

7 – Castello della Zisa, ingresso 6 euro

Fuori dal centro storico, raggiungibile anche a piedi, troverete quest’antica residenza estiva della famiglia reale.

Secondo giorno

8 – Quartiere Kalsa e Chiesa di Santa Maria dello Spasimo

È un quartiere popolare nato durante la dominazione araba. Il mio consiglio è di perdervi tra i suoi vicoli e visitare la famosissima “chiesa a cielo aperto”.

9 – Murales di Falcone e Borsellino

Lo trovate presso la Cala di Palermo ed è stato realizzato su volontà dell’Associazione Nazionale Magistrati.

10 – Chiesa della Martorana, ingresso 2 euro

Inserita tra i beni tutelati dall’Unesco questa chiesa bizantina merita una visita soprattutto per le decorazioni interne.

Tre giorni a Palermo: Chiesa della Martorana
Tre giorni a Palermo: Chiesa della Martorana

11 – Teatro Massimo e Teatro Politeama

La zona compresa tra Piazza Verdi e Piazza Ruggero Settimo racchiude in pochi metri il teatro lirico più importante d’Italia e il “teatro del popolo”.

12 – Vucciria

Un tempo conosciuta come mercato della città, oggi Piazza Caracciolo è un ristorante a cielo aperto dedicato allo street food. La zona di Piazza Garraffello invece è famosa per i graffiti e la vita notturna.

Graffito nel quartiere Vucciria
Graffito nel quartiere Vucciria

13 – La Fontana Pretoria

Una delle fontane più belle d’Italia, soprannominata anche “della Vergogna” per le nudità delle statue che la compongono.

Terzo giorno

15 – Santuario di Santa Rosalia

Situato sul Monte Pellegrino, che domina Mondello, questo Santuario è dedicato alla padrona di Palermo ed è incastonato all’interno di una parete rocciosa. Vi consiglio di visitarlo sia per il paesaggio sia per il suo legame religioso con la città.

14 – Spiaggia di Mondello

È la spiaggia dei palermitani ma è anche la zona residenziale con le ville più belle della città. Si trova a circa 20 minuti di macchina dal centro storico e d’estate è presa d’assalto da vacanzieri e locali.

Tre giorni a Palermo: Spiaggia di Mondello
Tre giorni a Palermo: Spiaggia di Mondello

15 – Duomo di Monreale

Non fa parte del Comune di Palermo ma si trova comunque a pochi km dal centro della città. Se amate la storia del Cristianesimo e l’arte bizantina non potrete assolutamente perdervi una visita presso questo luogo di culto.

Dove dormire

Ho dormito in almeno una decina di hotel della città, spesso per lavoro. Mi permetterò quindi di proporvi una piccola short list personale.

1 – Quintocanto Hotel & Spa

Ubicato in pieno centro storico, a due passi dalla stazione, è il luogo ideale per partire alla scoperta della città. Il personale è molto cortese, le camere sono moderne e la SPA è un piccolo lusso difficile da trovare a Palermo. Il rapporto qualità prezzo è davvero ottimo.

Quintocanto Hotel & Spa, Palermo
Quintocanto Hotel & Spa, Palermo

2 – Hotel Plaza Operà

A 150 mt dal teatro Politeama questa piccola struttura vanta camere molto moderne e pulite. Degni di nota anche la colazione e il servizio.

3 – Ibis Styles Palermo President

L’hotel è nuovo e colorato. Quando ho alloggiato io, circa due anni fa, vi erano ancora delle stanze non ristrutturate. Evitatele. Tutte le altre camere sono piccole ma arredate con gusto e design. La colazione all’ultimo piano dello stabile offre una delle viste più belle sul porto di Palermo.

4 – Grand Hotel Piazza Borsa

Vi direi di alloggiare in questo hotel solo per ammirarne il palazzo e l’antico chiostro che troverete in ingresso. Gentilezza del personale, ottima ristorazione e centro benessere completano l’offerta. Le camere sono molto classiche quindi dovete amare questo tipo di architettura per poterle apprezzarle.

Grand Hotel Piazza Borsa, Palermo
Grand Hotel Piazza Borsa, Palermo

5 – Splendid Hotel la Torre

Se volete dormire a Mondello vi consiglio questo hotel a picco sul mare. La struttura è dotata di una piscina e di più piattaforme da cui tuffarvi direttamente nel mediterraneo. Completano l’offerta bar e ristorante che servono ottime colazioni e aperitivi con vista. Purtroppo le stanze sono molto datate e avrebbero bisogno di una bella ristrutturazione.

Splendid Hotel la Torre, Mondello
Splendid Hotel la Torre, Mondello

Dove mangiare

Su quest’argomento potrei scrivere un libro. La regione Sicilia, di cui Palermo ne è l’orgogliosa capitale, è famosa per la sua cucina che unisce tradizione e fantasia. Non potrete andarvene senza aver provato le panelle, lo sfincione, l’u pane ca’ meusa e le arancine. Inoltre, se amate i dolci, dovrete assaggiare cannoli e cassate. Qui di seguito, invece, una lista dei miei ristoranti preferiti.

1 – Buatta Cucina Popolare

Si trova vicino al vivace mercato della Vucciria ed è ricavato all’interno di un’antica valigeria. Lo stile liberty riecheggia in tutto il locale tranne che nella modernissima cucina a vista. Il menù è basato su piatti popolari e sull’utilizzo di ottime materie prime. Davvero consigliato.

Ristorante Buatta Cucina Popolare
Ristorante Buatta Cucina Popolare

2 – Sesto Canto

Questo ristorante si trova nei pressi del Teatro Politeama. L’arredamento rispecchia l’anima decisamente moderna della sua cucina. Ottimo crudo di pesce, personale raffinato e conto perfettamente in linea con la qualità dei piatti.

3 – FUD Bottega Sicula

Un marchio siciliano simbolo di eccellenza che sta lentamente aprendo nuovi punti vendita in altre regioni italiane. Fud propone una selezione di hamburger, panini e pizze gourmet cucinati con prodotti a chilometro zero di altissima qualità. Consiglio vivamente l’hamburger preparato con carne d’asino. Difficilmente replicabile.

Ristorante FUD Bottega Sicula
Ristorante FUD Bottega Sicula

4 – Ferro di Cavallo

Un ristorante tradizionale nel quale ordinare piatti di pesce che rispecchiano le ricette originali palermitane. Ambiente informale con un proprietario eccentrico ma molto simpatico. Consigliato soprattutto per cene con gruppi di amici.

5 – Bye Bye Blues

Ristorante stellato della chef Patrizia Di Benedetto. Ubicato a Mondello, a pochi passi dal mare, propone un menù degustazione con pesce fresco cucinato in perfetto stile mediterraneo. Presentazione dei piatti e servizio impeccabili.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *