Cosa mangiare a Padova: 7 ristoranti imperdibili
Italia,  Veneto

Cosa mangiare a Padova: 7 ristoranti imperdibili

Cosa mangiare a Padova? Quali ristoranti scegliere? Per queste domande ci sono diverse risposte. Spesso la scelta migliore è quella di perdersi nelle numerose enoteche del centro storico e spizzicare qualcosa al bancone.

Aperitivo in Piazza della Frutta
Aperitivo in Piazza della Frutta

Nel mio articolo dedicato ai luoghi imperdibili della città di Padova troverete dei suggerimenti su una serie di enoteche e bar che servono prosecchi, spritz e cicchetti. Le tapas più famose sono le polpette di carne, baccalà o spinaci; i mini-toast farciti con prosciutto di petto d’oca, pollo o carciofi; ma anche assaggini di salami, soppressa e salsiccia luganera.

Se, invece, non volete rinunciare alla tradizionale tavola imbandita ecco qualche ristorante che farà al caso vostro.

La mia personale classifica dei 7 ristoranti più buoni di Padova

1. Enotavola Pino

In quella che potrebbe sembrare una banalissima enoteca è nascosto uno dei ristoranti più buoni della città di Padova. L’ambiente è familiare e all’interno del locale troverete due salette intime e appartare in cui provare le specialità della casa. La cucina è prevalentemente di pesce e propone poche portate realizzate con materie prime freschissime. Il piatto che vale il viaggio è la tartare di gambero rosso di Mazara del Vallo con julienne di cappuccio bianco e viola all’aceto di lamponi. Completa l’offerta una carta dei vini davvero eccezionale e la presenza di ben 4 sommelier.

Enotavola Pino
Enotavola Pino

2. Fuel Ristorante in Prato

Se parliamo di ristoranti a Padova, la guida Michelin è sempre una garanzia! Del Fuel ho apprezzato due cose: il dehors meraviglioso su Prato della Valle e la creatività dei suoi giovani chef che cambiano saltuariamente nel segno della continuità stilistica. Fuel significa Forza, Umiltà, Energià e Libertà. Tutti questi valori li ritroviamo nei loro piatti, che propongono accostamenti inediti e presentazioni ricercate. Ottima anche la carte dei vini.

Ristorante Fuel
Ristorante Fuel

3. Zafferano

Se vi trovate in zona fiera per lavoro non potrete fare a meno di provare questo ristorante storico. Il menù è impostato solo sul pesce, senza nessuna divagazione, anche se alcuni accostamenti sono piuttosto azzardati. Da provare assolutamente l’insolita cacio e pepe con scampi e il tradizionale baccalà mantecato su polentina morbida fumante. L’ambiente è classico ed elegante.

4. Ai Navigli

Il ristorante Ai Navigli è un’icona di charme tra le proposte gastronomiche della città di Padova. Il suo arredamento è molto elegante, l’atmosfera intima e il menù ricercato. Perfetto per una serata romantica, Ai Navigli propone solo piatti di pesce. Le portate che ho preferito sono state i ravioli all’astice e l’antipasto di granceola e quinoa. Il ristorante non è economico ma il servizio e la location meritano un piccolo “overprice”.

Ristorante Ai Navigli
Ristorante Ai Navigli

5. Gourmetteria

La Gourmetteria è un luogo accogliente ma allo stesso tempo semplice. Il focus della sua cucina sono i piatti della tradizione, basati sulla stagionalità e sulla scelta di prodotti a km zero. Ottima anche la carta dei vini che propone etichette italiane particolari e difficilmente replicabili in altri ristoranti. Piatti consigliati: arancini veneti, baccalà mantecato, gallina padovana e bigoli in salsa.

6. Antonio Ferrari

Dal 2004 Antonio Ferrari è la bottega bistrot più conosciuta della città di Padova. Qui troverete una salumeria, un ristorante e un’enoteca con diverse proposte adattabili ai diversi momenti della giornata. Ottima la schiuma di burro con il pane tostato che viene servita come entrata. Tra le portate consiglio la tartar di tonno e le mazzancolle in saor. Nonostante non mi abbiano trattata come avrei voluto, non posso esimermi dal menzionarlo.

Antonio Ferrari
Antonio Ferrari

7. Imasa

Se avete in programma di rimanere a lungo a Padova e non potete fare a meno del sushi, il ristorante Imasa saprà come soddisfarvi. Qui troverete i migliori uramaki e nigiri della città; oltre a fantastici ravioli colorati (dimsum) ripieni di seppia, gambero, branzino e calamari. L’ambiente è elegante e il servizio rapido e cortese.

Ma…se è vero che il cibo è il ricordo più vivido di una città, la cultura può essere altrettanto fondamentale! Per questo motivo vi consiglio di leggere il mio articolo dedicato ai 12 luoghi imperdibili di Padova.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.