Spiaggia del Relitto
Europa,  Grecia

Tutte le spiagge imperdibili dell’isola di Zante

L’isola di Zante è conosciuta in tutta Europa per le sue spiagge panoramiche. Zacinto – come amava chiamarla Ugo Foscolo – custodisce coste rocciosee litorali di sabbia dorata; parchi naturali protetti e chiassosi beach club.

Zante fa parte dell’arcipelago delle Isole Ioniche (12 in totale) e si posiziona al terzo posto – dopo Corfù e Cefalonia – in ordine di grandezza. Copre, infatti, un’area di 405 km quadrati e conta circa 35.000 residenti in pianta stabile.

Le spiagge dell’isola di Zante
Le spiagge dell’isola di Zante

Come arrivare a Zante

Zante è facilmente raggiungibile dall’Italia sia in aereo che in traghetto. Per quanto riguarda i voli aerei vi sono più possibilità: alcuni capoluoghi italiani (come Milano e Roma) hanno voli diretti con compagnie low cost mentre, partendo da altre città, bisognerà fare scalo ad Atene. In alternativa, potrete imbarcare la vostra auto a Bari, Brindisi o Ancona, arrivare a Patrasso, guidare fino al porto di Killini e prendere un’imbarcazione della Levante Ferries per Zante. Ovviamente questa seconda soluzione ha senso solo se state programmando un tour più ampio del Peloponneso che includa, ad esempio, la Penisola del Mani o Monemvasia.

Le spiagge dell’isola di Zante

Zante è un’isola molto grande e variegata: zone di montagna s’alternano a colline e pianure; spiagge sabbiose si susseguono a bianche scogliere e parchi marini; acque turchesi contrastano con profonde grotte dal colore blu cobalto.

Prima di descrivervi le spiagge più belle di Zante vorrei fare una panoramica delle diverse zone dell’isola. La costa ovest è prevalentemente rocciosa e, quindi, adatta a chi ama scogli e panorami selvaggi. La costa nord, al contrario, è sabbiosa e, di conseguenza, viene apprezzata molto dalle famiglie e dagli amanti della tintarella. La costa est è dedicata alle aree marine protette, dove vivono le tartarughe e dove i turisti si spingono per ammirare la natura e nuotare in acque calme e turchesi. Infine, esiste una parte dell’isola visitabile esclusivamente in barca, con tour privati o collettivi. È la Zante delle grotte blu, dei faraglioni e della famosissima spiaggia del Relitto. Ma andiamo con ordine…

Le spiagge dell’isola di Zante
Le spiagge dell’isola di Zante

La costa occidentale

Porto Roxa

Tra le “spiagge” della costa occidentale Porto Roxa è quella che preferisco, tanto che ne ho parlato anche nell’articolo dedicato ai tramonti di Zante. Questo luogo somiglia molto a un piccolo fiordo e possiede diverse taverne che affittano sdraio, lettini e ombrelloni, posizionati direttamente sugli scogli. Il mio lido preferito si chiama Fondo Beach Bar perché, oltre a garantire una splendida accoglienza, possiede un trampolino alto 4 metri dal quale tuffarsi nell’unica insenatura di Porto Roxa, che definirei quasi una piscina naturale.

Porto Roxa
Porto Roxa

Porto Limnionas

Non lontano da Porto Roxa (10 min di auto), ma con una via d’accesso decisamente più rocambolesca, troviamo la spiaggia di Porto Limnionas, anch’essa simile a un fiordo sul mare. Qui potrete dedicarvi allo snorkeling e alla scoperta di piccole grotte nascoste. Questo luogo è perfetto per gli amanti del relax e della natura. Tuttavia, anche qui a Porto Limnionas è sorta recentemente una taverna che serve pasti e affitta comode sdraio adagiate sulle scogliere.

Porto Limnionas
Porto Limnionas

Plakaki

Più che una spiaggia, Plakaki è una sfida! Per raggiungerla dovrete scalare una piccola parete rocciosa: il sentiero scavato nella roccia prevede una camminata di circa 15 min, non adatta ai bambini o ai deboli di cuore. Il luogo in cui arriverete è una vera e propria scogliera dalla quale tuffarsi in un mare turchese e cristallino. Non è presente alcun tipo di servizio quindi la permanenza su questa “spiaggia” è in genere limitata a qualche ora.

Porto Vromi

Porto Vromi è un vero e proprio scalo di partenza per le imbarcazioni dirette alla spiaggia del Relitto. Pur essendo molto simile a Porto Roxa e Limnionas la sconsiglio per una giornata di mare e relax.

La costa meridionale

Xigia

Tra le spiagge di Zante quella di Xigia è sicuramente una delle più particolari. Ciò che la rende famosa è la presenza di una sorgente sulfurea che tinge il mare di un azzurro color acquamarina. La spiaggia è davvero minuscola ma questo non impedisce la presenza di un piccolo affitta sdraio che, tra le altre cose, consegna panini e cibo tramite una carrucola. Consiglio di fermarsi a Xigia solo il tempo necessario per un bagno e spostarsi poi in altre spiagge limitrofe.

Spiaggia di Xigia
Spiaggia di Xigia

Makris Gialos

La spiaggia di Makris Gialos si trova a un paio di km di distanza da quella di Xigia ma, rispetto alla sua dirimpettaia, è decisamente più grande. Qui troverete un paio di lidi e potrete fare snorkelling in una delle numerose grotte marine nelle vicinanze. La spiaggia è formata da piccoli ciottoli bianchi, fondali sabbiosi e acque turchesi.

Spiaggia di Makris Gialos
Spiaggia di Makris Gialos

Agios Nikolaos

Agios Nikolaos è, prima di tutto, il porto da cui partono le navi dirette a Cefalonia. In seconda battuta è anche una spiaggia di ciottoli, senza pretese, amata soprattutto dai local. Quello che vi consiglio è di recarvi nel vicino Nobelos Sea Side Lodge, un lido molto esclusivo che possiede una spiaggia privata e un ristorante alla moda. Per accedervi dovrete lasciare un deposito di 50 euro a persona da spendere come preferite. In questo ristorante abbiamo consumato il miglior pranzo della nostra vacanza. Consigliatissimo!

Nobelos Sea Side Lodge
Nobelos Sea Side Lodge

La costa settentrionale

Limni Keri

Su questo lato dell’isola, l’unica spiaggia che vale davvero la pena di vedere è quella di Limni Keri, di fronte all’isolotto di Marathonissi. Questa spiaggia prende il nome dall’omonimo paesino che la sovrasta ed è formata da ciottoli, fondali sabbiosi e una fitta vegetazione. Inoltre, a Limni Keri troverete diversi affitta sdraio e qualche taverna in cui assaggiare le classiche specialità greche.

Io ho deciso d’alloggiare qui per tutto il corso della mia vacanza, affittando un modesto appartamento vista mare. La parte più bella di quest’esperienza è stata senz’altro la possibilità d’ammirare fantastiche albe, con la palla infuocata del sole che compariva ogni mattina dietro l’isolotto di Marathonissi.

Spiaggia di Limni Keri
Spiaggia di Limni Keri

Da evitare: Laganas

Laganas è una delle spiagge più famose di Zante, popolata da orde di giovani che vogliono solo ubriacarsi e divertirsi. La sconsiglio vivamente a chiunque abbia meno di 25 anni. Il suo litorale è un susseguirsi di beach bar e taverne aperte fino a notte fonda. Insomma, se cercate tranquillità e natura cambiate meta.

La costa orientale

Gerakas

Gerakas è la spiaggia delle tartarughe Carretta dove – da maggio a ottobre – questa specie continua a depositare uova che poi si schiudono dando vita a piccole tartarughine, pronte a tuffarsi in mare. Per questo motivo parte della spiaggia è inibita ai turisti mentre l’intera area è chiusa al pubblico dal tramonto all’alba. La sabbia dal colore ocra e il mare azzurro rendono Gerakas un vero e proprio paradiso naturale. Questa spiaggia, pur facendo parte di un’area protetta, è attrezzata con sdraio e ombrelloni. Inoltre, vicino al parcheggio sono presenti un paio di taverne e un piccolo market.

Spiaggia di Gerakas
Spiaggia di Gerakas

Banana

Se vi state chiedendo dove si trovano i più eleganti beach club dell’isola, la risposta è semplice: a Banana Beach! Questa spiaggia lunghissima, con sabbia bianca e acque cristalline, offre stabilimenti balneari all’avanguardia per coppie, giovani e famiglie. Inoltre, a Banana Beach riuscirete a praticare moltissimi sport acquatici.

Presso il Banana Baya potrete noleggiare comodi lettini con materassi e teli mare, alla modica cifra di 30 euro (a coppia). Inoltre, potrete beneficiare di un ottimo servizio di food & beverage senza muovervi dal vostro ombrellone. Se, invece, siete alla ricerca di un happy hour con dj set recarvi al vicino Casa Playa dove il divertimento è assicurato.

Banana Beach
Banana Beach

In barca

La meta più famosa dell’isola di Zante è la spiaggia del Relitto, chiamata anche Navagio Beach. Qui troverete un litorale di sabbia bianca e morbida lambito da acque profonde e cristalline, in cui – nel 1983 – si arenò una nave di contrabbandieri. Purtroppo, è raggiungibile solo via mare, attraverso un tour in barca privato o collettivo. Noi abbiamo optato per un noleggio individuale con l’agenzia Sunwave Cruises. La gita con una barca privata, guidata da un marinaio, costa 350 euro e dura all’incirca 5 ore. È incluso un pasto e una bottiglia di champagne. In alternativa, potrete scegliere imbarcazioni più grandi – in condivisione – alla modica cifra di 25/30 euro a persona. Le agenzie turistiche che offrono questi servizi sono numerose e si trovano praticamente in ogni angolo dell’isola. Tuttavia, i porti da cui partono le navi turistiche sono principalmente quattro: Zante città, Limni Keri, Porto Vromi e Agios Nikolaos.

Gita in barca sull'isola di Zante
Gita in barca sull’isola di Zante

Nei tour è spesso inclusa anche una sosta alle Blue Caves, una delle attrazioni più suggestive di Zante. Queste grotte blu, sovrastate da archi naturali, si trovano nella costa meridionale, vicino ad Agios Nikolaos. Le imbarcazioni più piccole permettono ai turisti di nuotare al loro interno.

Attenzione: tenete ben presente che nelle giornate di vento forte e mare agitato i tour in barca vengono tutti annullati. A me è accaduto per 3 giorni di seguito. In quel caso potrete sempre ammirare la spiaggia del Relitto al tramonto, recandovi nel punto panoramico di cui vi parlo nel mio articolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.