Un viaggio nella Penisola del Pelion, Grecia
Europa,  Grecia

Mamma mia che Grecia! Un viaggio nella Penisola del Pelion.

Siamo in Grecia e più precisamente nella Penisola del Pelion, uno dei set naturali che ha reso famosi Meryl Streep e gli ABBA in tutto il mondo. Quante volte guardando il film “Mamma Mia” avete fantasticato sulla Grecia, chiedendovi dove si trovino i luoghi immortalati nella pellicola? Oggi proverò a darvi una risposta, anche se parziale.

Grecia: la Penisola del Pelion

Il Pelion si trova a nord di Volos, di fronte all’isola di Skiathos. È una pеnisοlа montuоsa, a fοrmа di uncino, che da un lato affaccia sul Golfo Pegaseo e dall’alto lato – quello che scopriremo insieme – sul Mar Egeo.

Per arrivare nei luoghi in cui sono state girate le scene più iconiche di Mamma Mia dovrete salire una lunga strada tortuosa e raggiungere la cittadina di Chania. Una volta conquistata la sommità, quando sarete praticamente immersi nella foresta, potrete riscendere dall’altro lato della montagna e raggiungere le famosissime spiagge della costa “nord/est” del Pelion.

Questi meravigliosi scorci di Grecia sono spesso ignorati dal turismo di massa e, soprattutto, dagli stranieri. È per questo che, camminando nei paesini del Pelion, sentirete prevalentemente parlare in greco.

Una curiosità: in cima al Monte Pelioa 1600 mt d’altezza – d’inverno nevica e si scia.

Un viaggio nella Penisola del Pelion, Grecia
Un viaggio nella Penisola del Pelion, Grecia

La Penisola del Pelion: le spiagge

Le spiagge del Pelion, in Grecia, sono molto diverse dai tipici paesaggi da cartolina immortalati nelle Isole Cicladi. Qui la natura selvaggia fa da padrona e, spesso, le condizioni meteorologiche sono avverse a coloro che ricercano la classica “vita da spiaggia”. Nel Pelion ci si alza presto, si fanno passeggiate meravigliose e si sta al mare giusto il tempo necessario per un bagnetto e qualche raggio di sole, anche perché i beach club “attrezzati” sono molto rari.

La mia esperienza, purtroppo, si limita alle coste del lato nord/orientale della Penisola. Qui troverete paesaggi e spiagge capaci d’accontentare quasi tutti i gusti: sabbiose, rocciose e con ciottoli; grandi e piccole; piatte e con onde. Inoltre, se avrete la voglia e la forza di alzarvi presto, assisterete ad alcune delle albe più belle della vostra vita.

Il sorgere del sole nella Penisola del Pelion
Il sorgere del sole nella Penisola del Pelion

Damouchari

Damouchari è un pittoresco villaggio sul mare che nasconde scorci indimenticabili, dove sono state girate la maggior parte delle scene del cult Mamma Mia. Trattasi di un’insenatura spettacolare con un romantico porticciolo e una spiaggia incontaminata.

Per una giornata “perfetta” consiglio una colazione presso il Victoria’s Café Boutique, una mattinata al mare – con la possibilità di leggere e rilassarsi su piccole sdraio di proprietà dell’unico ristorante vista mare della spiaggia – e un pranzo nella Taverna Stergios, che ha ospitato più volte la stessa Meryl Streep.

Il porto di Damouchari
Il porto di Damouchari

La spiaggia del porto è minuscola e poco balneabile, anche se vanta acque verdi davvero invitanti. Per raggiungere la vera spiaggia di Damouchari dovrete attraversare lo stretto vicolo pedonale. La superficie è coperta da sassi, ciottoli e sabbia grossa mentre le acque sono relativamente profonde. All’estremità del litorale troverete scogliere bianche dalle quali potervi tuffare.

Infine, per gli amanti del trekking, su uno dei due versanti dell’arenile è presente un sentiero che conduce a diversi punti panoramici. Se siete pigri fate almeno lo sforzo di salire i primi 300 mt e scattare qualche fotografia alla località più magica di tutto il Pelion e, forse, dell’intera Grecia.

Spiaggia di Damouchari
Spiaggia di Damouchari

Fakistra

Fakistra è considerata una delle dieci spiagge selvagge più belle del mondo. Per raggiungerla dovrete percorrere un sentiero in partenza dal villaggio di Tsаngаrаdа. Il mio consiglio è di arrivarci in macchina perché la strada è molto ripida e faticosa.

Una volta raggiunta la scogliera su cui giace la spiaggia di Fakistra dovrete scendere numerosi gradini. La discesa “non è per tutti” e il mio unico consiglio è di intraprenderla con scarpe da ginnastica comode. La vista dall’alto vi lascerà senza parole. Il bagnasciuga è ricoperto da sabbia e ciottoli mentre il mare è particolarmente profondo e i suoi fondali molto rocciosi. Tuttavia, un bagno qui varrà da solo l’intero viaggio nella Penisola del Pelion.

Spiaggia di Fakistra
Spiaggia di Fakistra

Pana Nero

Pаpа Nеrо è una grande spiaggia ubicata tra il villaggio di Damouchari e quello di Agiоs Iοаnnis. La sua superficie è molto ampia e vanta sia tratti sabbiosi che tratti ciottolosi. Le acque sono mediamente profonde ma consentono a tutti la possibilità di bagnarsi. Se le correnti sono avverse il mare si riempie di meduse del Mediterraneo, che sono innocue ma tendono ad impressionare i bagnanti. Sulla spiaggia sono presenti lettini, ombrelloni, un paio di taverne e un noleggiatore di canoe.

Spiaggia di Papa Nero
Spiaggia di Papa Nero

Sopra la spiaggia di Papa Nero avrete la possibilità di mangiare in uno dei ristoranti con la migliore vista di tutta la Penisola del Pelion. Il nome di questo posto paradisiaco è El Resto Bar. Il panorama non sarà l’unica cosa che ricorderete. Questo ristorante vanta anche una cucina molto ricercata: qui troverete i classici piatti greci rivisitati in chiave moderna, accompagnati da una carta dei vini davvero eccezionale. Inoltre, per gli amanti dei cocktail, questa location offre anche aperitivi e after dinner di altissimo livello.

Ristorante El Resto Bar, Pana Nero
Ristorante El Resto Bar, Pana Nero

Agios Ioannis

Agios Ioannis è una località balneare piena di strutture turistiche e taverne in grado di ospitare tutti coloro che non riusciranno a trovare un posto a Damouchari. Possiede un porticciolo e una spiaggia lunga circa 500 mt nella quale sono presenti diversi lettini e ombrelloni in affitto. Il bagnasciuga è un mix di sabbia e piccoli ciottolini mentre l’acqua del mare è blu e poco profonda. Accanto al porto troverete un piccolo sentiero che vi porterà alla vicina spiaggia di Plaka, a mio avviso molto più bella e incontaminata rispetto a quella di Agios Ioannis. Qui, tuttavia, non sono presenti strutture ricettive se non un’area riservata ad un resort di lusso.

Spiaggia di Plaka
Spiaggia di Plaka

Se volete mangiare un boccone in una classica taverna greca che serve pesce alla griglia freschissimo fermatevi da O Christos. Non ve ne pentirete.

La Penisola del Pelion: come muoversi e dove dormire

Per visitare la Penisola del Pelion è fondamentale avere una macchina, possibilmente in ottimo stato perché le strade sono davvero ripide e tortuose. Il trasporto pubblico è praticamente inesistente.

Invece, se state cercando qualche suggerimento su dove alloggiare nella costa nord/orientale della Penisola del Pelion ho la soluzione che potrebbe fare al caso vostro. È mal pubblicizzata e non si sa valorizzare come dovrebbe ma Katerina Fotopoulos è la struttura che presenta il miglior rapporto qualità/prezzo/posizione di tutta la zona. Katerina possiede una decina di stanze vista mare dalle quali, di notte, potrete ascoltare il rumore delle onde e dei grilli. Dalle sue abitazioni è possibile anche accedere al mare tramite una scala e uno scoglio “privato”. Davvero un posto unico e magico.

L'albergo di Katerina Fotopoulos
L’albergo di Katerina Fotopoulos

Se la Penisola del Pelion, in Tessaglia, vi ha affascinato v’invito a leggere gli altri miei articoli sulla Grecia Continentale: Meteore, Penisola Calcidica e – ovviamente – Atene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.