Cosa vedere nel Gargano: Baia delle Zagare
Italia,  Puglia

Destinazione Gargano: cosa vedere nello “sperone d’Italia”

Se vi state chiedendo cosa potreste vedere in quella zona della Puglia chiamata Gargano quest’articolo risponderà a tutte le vostre domande. Ho viaggiato nel litorale garganico per qualche giorno e vorrei provare a riassumervi la mia esperienza evidenziando le spiagge più belle, i ristoranti più buoni e i luoghi da non perdere.

Cosa vedere nel Gargano: i trabucchi
Cosa vedere nel Gargano: i trabucchi

Dove si trova il Gargano

Il Gargano si trova a Nord della Puglia, in provincia di Foggia e al confine col Molise, ed è un promontorio bagnato dal Mar Adriatico su tre lati. Con i suoi 140 km di coste, quello che viene chiamato “lo sperone d’Italia” è uno dei luoghi turistici più belli della regione in cui trascorrere qualche giorno di vacanza.

Quando andare nel Gargano

La premessa è che il Gargano è molto diverso dal Salento e da altri luoghi “troppo” turistici della Puglia, spesso immortalati nelle riviste di viaggi o nei post instagram degli influencer. Per questo motivo si presta a essere visitato anche in alta stagione. Ovviamente – come del resto quasi tutti i posti in ItaliaMaggio, Giugno e Settembre sono i mesi migliori per godere appieno della natura e dei paesaggi garganici.

Gargano on the road
Gargano on the road

Cosa vedere nel Gargano

La maggior parte dei turisti decide di visitare “lo sperone d’Italia” per i suoi panorami e le sue spiagge. Nel Gargano ammirerete tramonti indimenticabili, laghi costieri, borghi a strapiombo sul mare, bianche scogliere calcaree, grotte marine, lunghissime spiagge sabbiose e, come se non bastasse, enormi aree boschive e foreste con rigogliose piante e animali selvatici. La varietà del territorio è una delle caratteristiche principali di questa zona.

…ma cosa vedere nel Gargano se si hanno a disposizione pochi giorni? Ho selezionato per voi i tre borghi e un paio di luoghi che meritano certamente una visita.

Cosa vedere nel Gargano: i tramonti
Cosa vedere nel Gargano: i tramonti

1. Vieste

Vieste è famosa per sue leggende. Non potrete andarvene senza aver ascoltato la romanticissima e tragica storia di Pizzomunno e Cristalda, simbolo dei due luoghi turistici più famosi della città: il faraglione Pizzomunno e la scalinata dell’amore.

Vieste, come moltissimi altri borghi del Gargano, sorge su scogliere bianche a picco sul mare ed è caratterizzata da viuzze strette, piazzette e meravigliosi belvedere. Le attrazioni turistiche da non perdere sono la Cattedrale di Santa Maria Assunta – soprannominata Duomo di Vieste – e il Castello Svevo di Federico II.

Le spiagge di Vieste

1. Spiaggia di Pizzomunno

Questa spiaggia è la più iconica e rappresentativa della città: si estende per circa 3 km ai piedi del Castello Svevo. La riconoscerete per la presenza di un monolite in pietra calcarea alto 25 metri, chiamato appunto Pizzomunno. La leggenda narra che il giovane pescatore Pizzomunno subì la morte della sua amata Cristalda per via della gelosia di alcune sirene, che avrebbero voluto averlo tutto per loro. Pietrificato dal dolore il giovane innamorato si trasformò in un monolite per passare il resto della sua vita sulla spiaggia, in attesa di Cristalda.

Spiaggia di Pizzomunno
Spiaggia di Pizzomunno
2. Baia di San Felice

Se la spiaggia di Pizzomunno è sconfinata e attrezzatissima, quella di San Felice è esattamente l’opposto. Parliamo di due strisce di sabbia – una da 100 mt e l’altra da 60 mt – divise da una scogliera. La maggior parte delle persone che giungono fino a qui sono mosse dal desiderio d’ammirare il suggestivo arco naturale, chiamato “Architiello”, e la vicina torre di San Felice risalente al XVI secolo.

3. Cala della Sanguinara

Cala della Sanguinara è una spiaggetta nascosta, raggiungibile percorrendo un sentiero all’interno della pineta di Pini d’Aleppo più grande d’Italia. Alcuni la visitano anche via mare ma vi garantisco che sarà impossibile trovarla affollata.

2. Peschici

Peschici è famosa per essere la patria dei trabucchi, vecchie costruzioni utilizzate per la pesca che oggi vengono tutelate dall’UNESCO per evitarne la scomparsa.

La cittadina – proprio come Vieste – sorge su una roccia a strapiombo sul mare. Le sue viette e le numerose casette bianche mi hanno ricordato alcune isole greche. Un borgo a misura d’uomo in cui fare shopping, ammirare ciò che rimane dell’antico Castello Bizantino, passeggiare lungo le mura e godersi tramonti spettacolari. Se amate le barche e i panorami non perdetevi il porticciolo da cui scattare meravigliose foto alla cittadina.

Cosa vedere nel Gargano: Peschici
Il porto e la città di Peschici

Le spiagge di Peschici

1. Spiaggia di Zaiana

Vista dall’alto la spiaggia di Zaiana vi sembrerà quasi californiana: spesso battuta dai venti, incastonata tra due scogliere e coperta da sabbia dorata. Nel parcheggio, ad attendervi, troverete anche un meraviglioso trabucco. A Luglio e ad Agosto la spiaggia viene presa d’assalto da giovani vacanzieri che fanno festa fino al calar del sole.

Spiaggia di Zaiana
Spiaggia di Zaiana
2. Spiaggia di Peschici

Se alloggiate in città e non avete voglia di prendere la macchina vi basterà percorrere il sentiero che scende dall’alta rupe carsica per trovarvi nella spiaggia di Peschici. Qui sono presenti diverse strutture ricettive in cui rilassarsi e prendere il sole. Se vi piace camminare spingetevi fino alla fine della baia, percorrete un breve sentiero sugli scogli e raggiungete una piccola spiaggia più appartata.

3. Monte Sant’Angelo

Tra i tre borghi più belli del Gargano non poteva mancare Monte Sant’Angelo, conosciuto ai più per la presenza del Santuario di San Michele Arcangelo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Questa cittadina, situata a 800 mt d’altezza, è la più elevata del Gargano e per raggiungerla – se arrivate da Vieste o Peschici – dovrete attraversare parte del Parco Nazionale del Gargano, anch’esso Patrimonio UNESCO.

Oltre al Santuario di San Michele Arcangelo non perdetevi il Castello Normanno-Svevo, la Tomba di Rotari e la Chiesa di Santa Maria del Carmine. Tuttavia, l’attrazione più affascinante rimane il paesaggio montano che si perde a vista d’occhio sul Golfo di Manfredonia.

Vale il viaggio

Baia delle Zagare

Baia delle Zagare vale, da sola, il viaggio nel Gargano. Raggiungerla non sarà semplice: il sito si trova nel Comune di Mattinata e comprende due spiagge di 260 e 450 mt circa, entrambe “di proprietà” dei due hotel che dominano la baia. Tuttavia, dall’inizio della stagione 2020, una delle due strutture è chiusa.

Come fare quindi a raggiungere la spiaggia più bella di tutto il Gargano? Innanzitutto dovrete pagare per forza un posteggio privato e dirigervi nell’ala destra, verso l’hotel “chiuso”. Qui vi sarà chiesto di noleggiare ombrellone e lettini. Non siete obbligati a farlo. Proseguite a piedi: la vista spettacolare della spiaggia dall’alto vi ripagherà di ogni fatica.

Baia delle Zagare
Baia delle Zagare

Baia delle Zagare è famosa per i suoi faraglioni a strapiombo sul mare che si trovano a pochi metri di distanza dalla riva e sono raggiungibili anche a nuoto. Uno di loro ha la forma di un arco ed è stato soprannominato Arco di Diomede. La spiaggia è formata da sassolini bianchi finissimi e i colori del mare vanno dal turchese all’azzurro smeraldo.

Baia delle Zagare
Baia delle Zagare

Cosa vedere nel Gargano se avete più giorni a disposizione

Se avete intenzione di fermarvi a lungo nel Gargano vi segnalo velocemente altre tre attrazioni turistiche:

1. I laghi del Gargano

Lesina e Varano sono due laghi costieri d’acqua salata, collegati al mare da due canali. Questo fa sì che i laghi diventino un’ottima base per la pesca e l’allevamento. Il punto migliore per ammirarli è lungo la strada che collega San Severo a Peschici.

2. Rodi Garganico

Un altro borgo arroccato su rocce bianche, lambito da due spiagge: spiaggia di Ponente e spiaggia di Levante. Il paese ha anche un nuovissimo porto turistico.

3. La Foresta Umbra

Gli appassionati d’escursioni non potranno fare a meno di visitare una delle riserve naturali più belle d’Italia.

I laghi di Lesina e Varano
I laghi di Lesina e Varano

Dove mangiare e dove dormine nel Gargano

Il paese dove vale la pena fare base, a mio avviso, è Peschici. Qui troverete alcune delle strutture più belle e originali di tutto il Gargano.

1. Trabucco di Mimì

La prima doverosa menzione va Al Trabucco da Mimì, un posto che non si può raccontare ma solo vivere. Un ruvido gioiello incastonato sul costone roccioso di San Nicola. Nel corso degli anni, la struttura originale è stata ristrutturata e ampliata per diventare un luogo dove ospitalità, accoglienza e buon cibo fanno da padroni. Arrivate all’ora dell’aperitivo e gustatevi un cocktail ammirando uno dei tramonti più belli di tutta la Puglia. Post aperitivo lasciatevi coccolare dalla cucina di mare dello chef. Tra i piatti più iconici troverete una zuppa di pesce che cuocerete voi direttamente al tavolo. Infine, per i più incontentabili, c’è anche la possibilità di dormire in una delle quattro stanze ricavate nel trabucco. Svegliarvi e addormentarvi con il rumore del mare non avrà prezzo.

Ristorante Trabucco da Mimì
Ristorante Trabucco da Mimì
2. Porta di Basso

Restando in tema “alloggi sul mare” non posso non consigliarvi la struttura in cui abbiamo soggiornato io e il mio compagno. Si tratta di un albergo diffuso chiamato Gli Orti di Malva che comprende tre suite con meravigliosi terrazzi a picco sul mare. Io ho scelto la stanza Capperi che, oltre alla vista, possiede una meravigliosa sala da bagno ricavata scavando nella roccia.

Ristorante Porta di Basso
Ristorante Porta di Basso

Questi alloggi sono di proprietà del famoso ristorante Michelin Porta di Basso. Che la loro cucina meriti questa menzione lo si capisce già dalla prima colazione, preparata dalla brigata con prodotti dolci e salati a km zero. Il ristorante vi darà la possibilità di scegliere tra due menù degustazionenon è possibile ordinare “à la carte” – e vi accompagnerà in un viaggio culinario molto particolare. A mio avviso lo chef Domenico Cilenti potrebbe meritare la stella, sia per i piatti che per la posizione spettacolare in cui si trova il suo ristorante.

Termina qui il mio viaggio nel Gargano. Se volete continuare a scoprire la Puglia vi consiglio di leggere i miei articoli su Polignano a Mare e sulla Puglia meridionale. Se invece cercate una meta turistica “cittadina” non distante dalle coste garganiche puntate dritti verso la meravigliosa Matera.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.