3 giugno: riapertura frontiere
News

Il 3 Giugno l’Italia si prepara a riaprire le frontiere al turismo… più o meno!

Dal 3 Giugno, in base all’art. 6 del dpcm del 17 maggio 2020, ci si potrà muovere tra regioni e riapriremo le frontiere a tutti i Paesi dell’area Schengenma anche alla Svizzera, Gran Bretagna, Andorra, Principato di Monaco e Repubblica di San MarinoSENZA l’obbligo di quarantena. Potremo recarci nelle seconde case e tornare ad ammirare tutte le bellezze del nostro paese, anche grazie all’incentivo governativo del bonus vacanze. Ma vediamo ora quali sono i DUBBI ancora irrisolti su queste disposizioni.

1 – Tutte le regioni saranno “obbligate” a riaprire i loro confini?

La risposta, ad oggi, sembra essere NEGATIVA. Secondo quanto stabilito dal decreto del premier Conte le regioni potranno, se lo riterranno opportuno, proseguire con la chiusura dei propri confini o con la quarantena obbligatoria. Al momento, ad esempio, fa molto discutere la decisione del presidente della regione Christian Solinas di mantenere l’obbligo di 14 giorni di quarantena per chi arriva sull’isola. Inoltre, Solinas torna sulla questione “passaporti sanitari” che tuttavia sembra essere stata accantonata sia dal nostro governo che dal resto dell’Unione Europea.

2 – I cittadini italiani potranno spostarsi negli altri paesi europei?

Se è CERTO che i turisti stranieri provenienti dall’Unione Europea, dalla Gran Bretagna e dalla Svizzera potranno entrare senza problemi in Italia non è chiaro DOVE e COME gli italiani potranno spostarsi al di fuori dei confini nazionali. In questi giorni a Bruxelles si sta discutendo di un’apertura graduale con normative comuni a tutti gli stati membri dell’UE. Ci si sta inoltre interrogando sulla stipulazione di accordi bilaterali – i cosiddetti corridoi turistici – che consentono l’apertura solo ad alcuni Stati dell’Unione Europea. Per il nostro Ministro degli Esteri Luigi Di Maio questi accordi vanno contro lo spirito dell’Unione e si dichiara fermamente contrario alle “black list” tra paesi UE. Anche la Germania sembra appoggiare questa linea di pensiero rifiutando accordi bilaterali tra Stati. La Merkel auspica che, laddove ci siano contagi importanti, sia la stessa nazione ad applicare restrizioni contenitive. L’Italia si è impegnata quindi a redigere un report sanitario settimanale da condividere con tutti gli altri Stati membri dell’UE. Al momento lo scoglio più grande sembra essere l’Austria che ha aperto i suoi confini solo a Germania e Svizzera escludendo il nostro paese.

3 giugno: riapertura frontiere
3 giugno: riapertura frontiere?

3 – Si potrà viaggiare con gli amici?

La questione NON È CHIARA. Il decreto firmato da Conte Domenica 17 Maggio lascia spazio alle libere interpretazioni e sulla questione abbondano le famose FAQ. Un gruppo di amici potrà affittare un appartamento o prenotare una stanza in hotel? Potranno inoltre viaggiare insieme per raggiungere la meta dello spostamento? In questo momento gli spostamenti in auto tra amici sono consentiti solo a gruppi di 2 persone: il conducente più l’eventuale amico seduto rigorosamente nel sedile posteriore. In moto, non potendo garantire la distanza di sicurezza, gli amici sono banditi. Non vi sono invece problemi per gli spostamenti in treno sul territorio italiano dove le distanze saranno garantite dai vettori responsabili del servizio.

4 – Come viaggeremo in aereo?

Anche qui la situazione è CONFUSA. Molte compagnie aeree hanno ripreso a volare senza l’obbligatorio di alcun distanziamento ma solo quello d’indossare la mascherina. Altre, tra cui Alitalia, sono tenute a garantire il distanziamento di un metro, obbligando i loro voli a decollare con solo il 50% dei posti occupati. Questo squilibrio competitivo dovrà essere chiarito al più presto con norme comuni su tutto il territorio Europeo per evitare di mettere ulteriormente in ginocchio un settore già in forte crisi. Durante il check-in la distanza dev’essere invece rispettata da tutte le compagnie, provocando però ritardi sulle partenze dei vettori.

Quello che emerge è che la situazione è ancora abbastanza confusa. Per ogni aggiornamento vi invito a leggere la sezione news del mio blog o a seguirmi su mio profilo Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *