La popolazione di Phnom Penh
Asia,  Cambogia

Una settimana in Cambogia: quando andare e cosa visitare

In quest’articolo vorrei raccontarvi la mia esperienza di viaggio in Cambogia. Sono stata in questo paese nel 2015 e ne sono rimasta molto affascinata. Rispetto alle vicine Thailandia e Vietnam in questa nazione il tempo sembra essersi fermato. Nei prossimi capitoli vi spiegherò quando andare e cosa visitare nello Stato della Cambogia.

Iniziamo quindi con un po’ di geografia. La Cambogia è uno Stato dell’Asia sud-orientale non molto esteso. La sua superficie è di circa 180.000 km quadrati, che corrispondono a metà dell’ampiezza territoriale della Germania e un terzo di quella Francese. Il lasso di tempo minimo per farsi un’idea di questo paese è stimabile in una settimana.

Cosa visitare in Cambogia: Angkor
Cosa visitare in Cambogia: Angkor

La Cambogia è anche uno degli Stati più poveri di tutta l’Asia. Questo fa si che il costo della vita e gli spostamenti siano estremamente economici. Se lo vorrete potrete quindi viaggiare low budget.

Cambogia: cosa aspettarsi

La Cambogia offre attrattive per qualsiasi tipo di viaggiatore. Il mio consiglio è di studiare un itinerario che abbia il giusto mix di templi antichi, monasteri, villaggi, risaie, spiagge e centri urbani. Quello che rende unica questa nazione è il fatto di preservare un’autenticità che purtroppo molti dei paesi con cui confina hanno perso, Thailandia in primis.

La popolazione di Phnom Penh
Il popolo cambogiano

Il popolo cambogiano è ospitale. Vi è un grande rispetto del turista che non viene paragonato, come spesso accade in altre città asiatiche, ad un “bancomat con le gambe”. Gli abitanti hanno voglia di condividere la loro cultura con gli stranieri, si lasciano fotografare volentieri e cercano continuamente di entrare in contatto con loro. Il drammatico capitolo storico, che li ha visti protagonisti, li ha resi anche molto aperti e disponibili al dialogo. Per approfondimenti vi rimando al mio articolo che parla della capitale Phnom Penh e inizia proprio con un paragrafo dedicato alla storia di questa nazione. I cambogiani si fanno promotori di una missione nei confronti di tutte le vittime del genocidio – opera di Pol Pot e dei Khmer Rossi – ed è quella di raccontare cos’hanno vissuto e riportare in vita le antiche tradizioni.

Cambogia: quando andare

La stagione migliore per visitare la Cambogia è il nostro inverno ovvero i mesi che vanno dalla fine di novembre all’inizio di Aprile. In questo periodo le temperature sono alte e l’umidità è accettabile. Nei mesi che vanno da Maggio a Ottobre le piogge sono frequenti e l’umidità raggiunge livelli poco tollerabili.

Cambogia: qundo andare
Cambogia: qundo andare

Cambogia: come arrivare

Adesso che abbiamo capito quando conviene andare in Cambogia scopriamo insieme come arrivarci. Io sono entrata in questa nazione passando la frontiera con il Vietnam. Devo ammettere che questo è stato uno degli “attraversamenti” di confini più simbolico della mia vita. Sono arrivata a Bavet/Moc Bai dopo qualche ora di pullman e ho oltrepassato le dogane a piedi. In questo passaggio ho percepito, forse per la prima volta nella mia vita, il peso di un cambio radicale di cultura e condizione sociale, nonostante le due nazioni siano molto simili geograficamente e territorialmente. Il costo del visto cambogiano ammonta a circa 30 dollari e vi verrà richiesta anche una fototessera.

Il confine tra la Cambogia e il Vietnam
Il confine tra la Cambogia e il Vietnam

La Cambogia conta due aeroporti internazionali, uno nella capitale Phnom Pehn e l’altro a Siem Reap. Nessuna compagnia aerea offre voli diretti dall’Italia. Dovrete per forza fare scalo in Thailandia e prendere un altro volo low cost. Io sono rientrata a Bangkok da Siem Reap con la compagnia aerea Bangkok Airways.

Valuta

In Cambogia vengono accettati pagamenti sia con la valuta locale – il Riel – che con dollari americani. 1 dollaro corrisponde più o meno a 4000 Riel. Considerate comunque che nelle zone più turistiche quasi tutti i prezzi sono espressi in dollari. I Riel vi serviranno principalmente per fare acquisti nei mercatini o spostarvi eventualmente con i mezzi pubblici.

Cambogia: cosa visitare

Troppi turisti associano la Cambogia al complesso archeologico di Angkor visitandola con un tour di 2 o 3 giorni, spesso in partenza dalla Thailandia, e tralasciando tutto il resto. Sappiate però che la Cambogia offre molto di più. Il mio itinerario di una settimana non comprende la zona delle risaie e del fiume Mekong. La motivazione è che ho visitato quelle zone nel versante vietnamita. Mi rendo conto che non siano esattamente la stessa cosa ma dovevo fare delle scelte. Confido però nel fatto di tornarci presto per aggiungere un nuovo capitolo a questo articolo.

Cambogia on the road
Cambogia on the road

Una settimana in Cambogia: il mio itinerario

Giorno 1

Passaggio del confine con il Vietnam e arrivo a Sihanoukville.

Pomeriggio in spiaggia a Otres

Giorno 2
  • Mattinata in spiaggia a Sihanoukville e partenza per Koh Rong
  • Pomeriggio in spiaggia a Koh Rong
Giorno 3
  • Relax sulle spiagge dell’isola di Koh Rong
Giorno 4
  • Partenza per Phnom Pehn
  • Nel pomeriggio visita ai luoghi turistici della città
Giorno 5
  • Intera giornata dedicata alla scoperta della città di Phnom Pehn
Giorno 6
  • Partenza per Siem Reap in tarda mattinata
  • Pomeriggio a Siem Reap
Giorno 7
  • Visita del compresso archeologico di Angkor
Giorno 8
  • Partenza da Siem Reap verso la Thailandia

Per approfondimenti

Se volete maggiori informazioni in merito alla capitale della Cambogia vi rimando al mio articolo dedicato esclusivamente alla città di Phnom Penh

Se volete maggiori informazioni in merito al complesso archeologico più famoso del mondo vi rimando al mio articolo dedicato esclusivamente ad Angkor e alla città di Siem Reap.

Cosa visitare in Cambogia: Angkor
Cosa visitare in Cambogia: Angkor

Sihanoukville e Otres

Sihanoukville non ha un capitolo dedicato e la motivazione è molto semplice: non mi è affatto piaciuta. L’ho trovata una meta piuttosto decadente, complice forse un turismo di massa di livello medio/basso. Molti imprenditori cinesi stanno investendo in questa zona costruendo casinò e grandi alberghi. Questo ha contribuito a farle perdere del tutto il suo fascino di “autentica” cittadina balneare cambogiana. Sihanoukville possiede un’unica lunghissima spiaggia chiamata Serendipity, che posso descrivere come la brutta copia del litorale riminese. Campi da beach volley, ragazzini ubriachi e un mare davvero poco pulito.

Sihanoukville, Cambogia
Sihanoukville, Cambogia

Se volete trascorrere del tempo in una località marittima cambogiana vi consiglio di recarvi immediatamente su una delle isole al largo di Sihanoukville o di scegliere altre città di mare nelle vicine Vietnam e Thailandia. Un’altra valida alternativa, se sentite il desiderio di esplorare questa zona, è rappresentata dal villaggio di Otres. Ubicato a circa 10 km da Sihanoukville, qui potrete trovare una spiaggia più tranquilla e un mare più pulito.

Spiaggia di Otres
Spiaggia di Otres

Koh Rong

Koh Rong è la seconda isola cambogiana in ordine di grandezza ed è situata nel Golfo di Siam, a circa un’ora di traghetto veloce da Sihanoukville. Si tratta di un luogo abbastanza particolare: da un lato il tempo sembra essersi fermato; dall’altro è diventata meta di un turismo giovane alla ricerca di divertimento. Io ho trascorso sull’isola quasi due giorni e non mi è affatto dispiaciuta. Le spiagge sono selvagge, i fondali sono ottimi per praticare snorkeling e i tramonti sono magnifici. La giungla fa da sfondo e il villaggio di Koh Tuch è il centro della movimentata vita notturna dell’isola.

L'Isola di Koh Rong
L’Isola di Koh Rong

Quest’articolo su quando andare e cosa visitare in Cambogia conclude la mia testimonianza relativa a questo Stato. Mi piacerebbe conoscere il vostro punto di vista su questa nazione così insolita. Cosa vi ha spinto o cosa vi spinge a vederla? Cosa vi aspettavate e cosa avete trovato? Se vi va lasciate un commento qui sotto e ne parleremo insieme.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.