Belize,  Centro America,  Luxury

Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro

Caye Ambergris è l’isola più grande e lussuosa del Belize, conosciuta anche come San Pedro. In una delle sue più famose canzoni Madonna l’ha soprannomina “Isla Bonita”. In realtà San Pedro non è che il nome del villaggio più grande di Caye Ambergris che complessivamente conta circa 13.000 abitanti.

Il centro di San Pedro
Il centro di San Pedro

La destinazione turistica è presa d’assalto da moltissimi americani che adorano i suoi resort, i suoi bar e le svariate attività che si possono organizzare ogni giorno. I più facoltosi riescono a scoprire le zone remote del Belize grazie a voli e yacht privati, tornando poi a dormire nei loro lussuosissimi hotel a nord dell’isola.

Tuttavia non è tutto oro quello che luccica. Io ho trovato quest’isola abbastanza triste, soprattutto se comparata con la vicina Caye Caulker. Il primo motivo, che noti non appena sbarcato a San Pedro, è la povertà di moltissimi abitanti. Ci sono zone davvero degradate e rischiose anche per i turisti, soprattutto nelle ore notturne. Il secondo motivo è la presenza delle alghe, di cui parlerò sotto in un capitolo dedicato, che impediscono la balneazione nella maggior parte delle aree turistiche.

Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro
Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro

Come muoversi

Per girare l’isola dovrete obbligatoriamente noleggiare una golf car che non sono assolutamente economiche. Parliamo di circa 50 euro al giorno, benzina esclusa. L’alternativa è percorrerla in bici ma le distanze sono importanti e la sera, se prevedete di muovervi, un taxi vi costerà quanto il noleggio. Ci sono anche dei water taxi “pubblici” abbastanza economici, utilizzati soprattutto dalla popolazione locale, che fanno la spola da San Pedro a tutti i principali resort. L’unico limite è che gli orari non coincidono sempre con quelli dei turisti.

Sicurezza

Caye Ambergris è mediamente sicura ma ci sono stati degli episodi poco piacevoli che hanno riguardato delle ragazze che viaggiavano sole. Il mio consiglio per tutte le donne è di evitare di muoversi da sole a tarda notte e di non accettare cocktail offerti da perfetti sconosciuti. Inoltre si sono registrati episodi di piccola criminalità nelle zone meno frequentate dell’isola. Non avventuratevi nei tratti di spiaggia senza strutture turistiche.

Le alghe sargasso

Un tema che vorrei affrontare è quello delle alghe sargasso. Per chi non le conoscesse sono una tipologia di alga molto diffusa nell’Oceano Atlantico e sono in continua crescita soprattutto a causa dei cambiamenti climatici. Queste alghe non rappresentano un problema per l’ambiente marino ma lo sono per il turista che vede le tanto bramate spiagge bianche trasformarsi in una distesa di vegetazione maleodorante.

Le alghe sargasso di Caye Ambergris
Le alghe sargasso di Caye Ambergris

A Caye Ambergris questa complicazione è abbastanza evidente. Molti resort puliscono le spiagge giornalmente ma, nonostante quest’accortezza, la balneazione è complicata e spesso bisogna tuffarsi in mare dai pontili, che quasi tutte le strutture hanno costruito per tamponare l’emergenza. L’alternativa è quella di organizzare delle uscite in barca.

Come arrivare

Per arrivare a Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro, bisogna raggiungere Belize City e prendere un traghetto veloce della compagnia Belize Express Water Taxi oppure un volo della Tropic Air. Inoltre ogni giorno c’è un traghetto che collega l’isola con Chetumal (Messico).

Spiagge

L’unica vera spiaggia di Caye Ambergris, se escludiamo quelle dei grandi resort, è Secret Paradise Beach. Per raggiungerla dovrete armarvi di tanta pazienza perché la strada è davvero molto dissestata. Una volta arrivati non rimarrete senza fiato, soprattutto se siete abituati al mare della Puglia o della Sardegna, ma trascorrerete una piacevole giornata. La spiaggia è attrezzata e sono presenti diverse attività commerciali. Le sdraio vengono affittate “gratuitamente” se consumate il pranzo in uno dei bar.

Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro
Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro

Nei pressi di San Pedro non troverete spiagge ma piattaforme dalle quali tuffarsi o piccoli appezzamenti di sabbia circondati da barche turistiche.

Cosa fare

A Caye Ambergris potrete acquistare le medesime escursioni di cui vi ho parlato nell’articolo dedicato a Caye Caulker che vi riporto nuovamente a questo link.

Il mare di Caye Ambergris
Il mare di Caye Ambergris

Oltre allo snorkeling e alle immersioni dall’isola di Ambergris è possibile raggiungere moltissime destinazioni del Belize con piccoli aerei privati. Tra le tante offerte sono stata tentata dal volo in elicottero sopra il Blue Hole ma per sorvolare la seconda barriera corallina più famosa del mondo i tour operator chiedono circa 250 euro. Un prezzo sicuramente non alla portata di tutti.

Oltre alle escursioni vi consiglio di provare queste semplici esperienze:

1 – Noleggiare una golf car ed esplorare ogni angolo remoto dell’isola. Potrete scattare meravigliose fotografie alle paludi di mangrovie, agli abitanti di San Pedro e alle lussuosissime ville che punteggiano la costa orientale.

Le case colorate di San Pedro
Le case colorate di San Pedro

2 – Visitare l’isola durante uno dei suoi numerosi festival. Nel periodo di alta stagione, ma non solo, San Pedro ospita diversi eventi e manifestazioni. Oltre alle feste comandate non perdetevi il festival delle aragoste o la parata di barche che si svolgono rispettivamente a Giugno e Dicembre.

Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro
Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro

3 – Ammirare il tramonto dal versante occidentale dell’isola. Nei pressi della laguna salmastra che si trova sul lato opposto rispetto alle spiagge si può ammirare uno dei tramonti più belli di tutto il Centro America. A renderlo così speciale è proprio la location insolita che non contempla spiagge bianche ma acqua stagnante e mangrovie.

Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro
Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro

Dove dormire

Quasi tutti i resort più famosi dell’isola si trovano a nord di San Pedro perché lì il mare e la spiaggia sono più curati e balneabili. Evitate di scegliere delle strutture nel centro del paese perché sono poco eleganti e vi costringeranno comunque a spostarvi in qualche altro resort per usufruire dei servizi mancanti.

Io ho scelto un hotel della catena “Sandy Point Resort” che possiede quattro strutture sull’isola, tutte di medio/alto livello. Il nome del resort è  X’tan Ha- The Waterfront ed è ubicato circa 12 km a nord rispetto al centro di San Pedro. Le stanze sono molto curate e offrono tutte una splendida vista mare. La spiaggia è dotata di diverse attrezzature per praticare sport acquatici e di una piscina abbastanza grande. Il resort è adatto principalmente a un turismo rivolto alle famiglie. Devo sottolineare inoltre che il servizio e l’attenzione al cliente lasciano molto a desiderare.

X'tan Ha The Waterfront Resort
X’tan Ha The Waterfront Resort, Caye Ambergris

Il mio consiglio è quindi quello di propendere per una struttura decisamente più orientata a un target di coppie e famiglie senza figli. A tal proposito ho avuto modo di visitare il Matachica Resort che, oltre ad avere un design moderno e degli arredamenti pregiati, offre un servizio di ristorazione davvero all’avanguardia. Io sono stata loro ospite nel ristorante Mambo e ho pranzato divinamente. Completa l’offerta un pontile con stupendi divanetti rotondi su cui prendere il sole e una piscina degna dei migliori cataloghi di viaggio. Se non avete un budget che vi permette di alloggiare al Matachica un’ottima via di mezzo è rappresentata dal resort Portofino Beach che si rivolge ad una clientela adulta ma meno pretenziosa.

Matachica Resort, Caye Ambergris
Matachica Resort, Caye Ambergris

Dove mangiare

La prima cosa che dovete sapere è che, contrariamente a quello che potreste aspettarvi da un paese del Centro America, tutti i ristoranti smettono di servire il cibo alle 21. L’offerta gastronomica dell’isola è decisamente più ricercata rispetto alla vicina Caye Caulker. Vi riporto qui di seguito tre indirizzi imperdibili:

1 – Elvi’s Kitchen

Il locale è molto turistico ma vale comunque la pena andarci. Parlando di ambiente i punti forti sono l’arredamento caraibico e il fatto che ci sia la sabbia al posto del pavimento. Le portate risentono molto sia degli influssi della cucina messicana che di quella locale. I piatti più ordinati sono i tacos di pesce, i gamberi al cocco e quello che loro chiamano “hogfish” ovvero un pesce che viene fritto e servito con una pannocchia.

Ristorante Elvi's Kitchen, San Pedro
Ristorante Elvi’s Kitchen, San Pedro

2 – Aji Tapa Lounge & Restaurant

Il ristorante si trova di fronte alla spiaggia, all’interno di un giardino. Fa parte di un piccolo resort chiamato Bellavista. L’ambientazione è molto romantica e la cucina è ottima. Io ho mangiato una Paella di pesce chiamata beliziana, vagamente simile a quella spagnola, aromatizzata allo zafferano. Ottimi anche i bocconcini di aragosta e i cocktail a base di tequila.

Ristorante Aji Tapa Lounge
Ristorante Aji Tapa Lounge

3 – The Truck Stop

Il luogo più romantico in cui ammirare il tramonto è anche uno dei posti di Caye Ambergris in cui ho mangiato meglio. Non si tratta di un unico locale ma di diversi food truck ubicati nei pressi della laguna. Al calar del sole potrete ordinare un mojito e sorseggiarlo su un’amaca ma anche ascoltare band locali o giocare a calcio balilla. I punti street food offrono cibo messicano, cinese, pizza e hamburger. Tutti ottimi. Davvero un posto da vedere.

Mojito al tramonto presso il locale The Truck Stop
Mojito al tramonto presso il locale The Truck Stop

Locali

Ci sono diversi moltissimi bar caraibici che servono birre e cocktail base di rum e tequila. I locali più caratteristici sorgono sui pontili nel centro di San Pedro. Il più famoso si chiama La Palapa ed è appunto una costruzione con il tetto in paglia. Il mio consiglio è di andarci durante l’happy hour. Dopo cena il mio consiglio è quello di rimanere nei pressi del porto di San Pedro dove i bar ospitano spesso serate danzanti o band musicali.

Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro
Caye Ambergris, l’isola del Belize conosciuta anche come San Pedro

Belize

Se volete avere altre informazioni sul Belize vi rimando al mio articolo su Caye Caulker in cui parlo di questa destinazione e delle differenze sostanziali che ho notato tra quest’isola e Caye Ambergris:

Caye Caulker, l’isola più autentica del Belize

Se invece dovete organizzare un viaggio e volete un consiglio su un possibile itinerario leggete questo articolo in cui vi descrivo la mia road map tra Belize e Guatemala:

Belize e Guatemala – itinerario e costi

Infine vi invito a scrivere qui sotto le vostre esperienze di viaggio nelle isole beliziane e lasciare qualche suggerimento a chi partirà dopo di voi.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *